Franco: il bagnino “angelo del mare” che coltiva la passione per la chitarra

Francesco Fertitta nasce a Cefalù il 25 dicembre 1949 da Pasquale e Santina Giordano. Franco sin da piccolo coltiva due passioni: il mare e la chitarra. Quest’ultima  gli viene regalata  con grandi sacrifici da papa’ Pasquale e a tutt’oggi la custodisce come una reliquia. Da piccolo Franco e la famiglia abitano in via Vittorio Emanuele “a strata ro fiumi” ed e’ per questo che trascorre le sue estati a mare, nella vicina spiaggia della “prima scala” dove, stagione dopo stagione cresce e si rafforza in lui una grande passione per il mare. E’ cosi’ che, quando Giuseppe Perito, con altri ” cifalutani” fondano la cooperativa Nettuno, Cefalu’ cambia il modo di concepire il salvataggio sulla spiaggia fra i bagnanti e Franco accetta orgogliosamente di farne parte. Era la fine degli anni “70 e gli inizi degli anni “80 quando Franco Fertitta , insieme agli altri bagnini della cooperativa denominati ” gli angeli del mare” operano sul lungomare di Cefalu’ effettuando numerosi salvataggi e proteggendo centinaia di persone dalle onde del mare. Dopo circa 20 anni la cooperativa si scioglie a causa di problemi burocratici.

Sono stati innumerevoli i salvataggi che hanno visto protagonista Franco ma uno in particolare e’ rimasto impresso nella sua mente per il suo tragico epilogo. Un giorno di mare mosso , in fondo al lungomare, zona chiamata dai cifalutani “ai primi pietri”, un bambino si butta in acqua dopo aver mangiato. Quando Franco si rende conto delle difficolta’ in cui versa il piccolo non esita a lanciarsi in suo soccorso , ma quando, con grande fatica, considerate anche le condizioni avverse di quella parte di costa , riesce a riportarlo sulla spiaggia, il bambino era gia’ morto. Franco, per questo salvataggio riporto’ varie ferite e graffi sul corpo, ma la ferita piu’ dolorosa e’ stata per lui la morte del piccolo e la disperazione dei genitori che hanno assistito alla tragedia. Oggi Franco e’ padre di Pasquale, che da lui ha ereditato la passione per la musica, ha studiato infatti pianoforte ma soprattutto ha ereditato la passione per il mare. Pasquale ha preso il brevetto di bagnino e lavora nei mesi estivi in un lido di Cefalu’. 

Pubblichiamo su cefalunews una sezione per far conoscere i bagnini cefaludesi che hanno operato ed in alcuni casi operano ancora a Cefalù. L’idea di raccogliere le loro biografie è del Kefablog, l’iniziativa nata per far conoscere Cefalù, finanziata con 1.800 euro di borse di studio costituite dagli emigrati cefaludesi che fanno parte dell’associazione Cefaludesi nel mondo. Ai partecipanti è stato chiesto di pubblicare la biografia di un bagnino che ha operato o opera a Cefalù. Le biografie saranno lette da una giuria di emigrati cefaludesi che attribuiranno dei punteggi ai partecipanti. Alla fine della gara al vincitore andrà una borsa di studio di trecento euro. (Biografia a cura di Flavia Paviera)