Non lo sopportava più: palermitano uccide a fucilate il proprio vicino

Prima lo ha ucciso e poi ha confessato tutto. Il palermitano Antonio Catalano, 59 anni, palermitano, per il delitto commesso mercoledì a Perugia. Alcuni testimoni lo avevano sentito dire, pochi minuti dopo l’omicidio di Paggi, “non lo sopportavo più… abbiamo litigato di nuovo”. Per la Questura deteneva illegalmente l’arma e le munizioni.

I poliziotti stanno cercando di risalire al movente dell’omocidio. Pare legato a dissidi tra i due che andavano avanti da tempo. I due abitavano a poca distanza uno dall’altro.