Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia la salsiccia cruda? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia la salsiccia cruda? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia la salsiccia cruda? A causa del suo contenuto di proteine, zuccheri e grassi, la carne cruda è un terreno di coltura ideale per la crescita di batteri e parassiti che possono mettere a rischio la salute. Le malattie più comuni per chi mangia salsiccia cruda ovvero mangia carne cruda sono la toxoplasmosi, la trichinellosi e le infezioni da salmonella, listeria ed Escherichia coli. Il rischio però non è uguale per tutta la salsiccia. Quella di bovino, per esempio, comporta generalmente meno rischi di quella di pollo o di suino. In ogni caso, se proprio si vuole consumare salsiccia cruda, le autorità sanitarie consigliano di limitare al minimo l’esposizione dei cibi a temperatura ambiente prima del loro consumo.

A quali malattie si va incontro quando si mangia salsiccia cruda? Le malattie più comuni causate da parassiti  sono la tenia, il famoso verme solitario, la sarcosporidiosi, la toxoplasmosi e la trichinellosi che causano nell’uomo sintomi che vanno dai banali disturbi digestivi ad altri più gravi. Nel caso dei batteri come salmonella, listeria, escherichia coli e altri, si può addirittura arrivare a forme di epatite, pancreatite e meningite. La trichinella spiralis è un batterio che causa la cosiddetta trichinella e la fonte maggiore di contagio è la carne di maiale della salsiccia. Causa emorragie, febbre alta e grave compromissione dello stato generale. La terapia è effettuata, infatti, con chemioterapici specifici.

E’ vero che la salsiccia cruda può portare l’epatite E? Rispetto alle altre forme di epatite, il virus dell’epatite E è l’unico che ha dimostrato di poter essere trasmesso a partire dagli animali: suini in primis, ma anche polli e tacchini. Da qui l’etichetta di zoonosi, ovvero malattia trasmissibile dagli animali all’uomo: a tavola, ma soprattutto per contatto diretto per gli allevatori. Negli studi come possibile veicolo c’è un riscontro riconducibile ai maggiori consumi di carne cruda di maiale e di salsiccia di fegato. In nessuno dei campioni è stato trovato il virus attivo. Gli studi proseguono, quindi, perché l’infezione è una malattia emergente in Europa.

Cosa fare per ridurre il rischio dell’epatite E? Per ridurre il rischio di contrarre l’epatite E è necessario adottare buone pratiche di igiene. Anzitutto occorre evitare il consumo di carne o viscere crude o poco cotte. Evitare cross-contaminazioni fra carne cruda e altri alimenti pronti al consumo, sia durante la conservazione in frigorifero che durante la manipolazione in cucina. In particolare non riutilizzare il piatto usato per la carne cruda per la carne cotta senza averlo adeguatamente lavato. Occorre lavare bene con un detergente e acqua calda i coltelli, i taglieri e tutti gli utensili venuti a contatto con carne cruda.

Quali sono i benefici del mangiare la salsiccia cruda? I benefici del mangiare la salsiccia cruda non sono molti. Si incrementa la quota di acqua ingerita favorendo il mantenimento dello stato di idratazione ma si tratta comunque di percentuali poco significative. Si conserva l’integrità molecolare di numerose vitamine. Alcune di queste, essendo termolabili, tendono ad inattivarsi con la cottura. Parliamo di Tiamina (vitamina B1), Riboflavina (vitamina B2), Acido pantotenico (vitamina B5) e Retinolo (vitamina A). Anche la digeribilità della salsiccia cruda, se paragonata a quella di una salsiccia cotta, risulta sufficientemente compromessa. Il calore facilita, infatti, la denaturazione proteica come la masticazione.