Cosa succede a chi mangia uova tutte le sere? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia uova tutte le sere? Le uova a cena sono un secondo piatto estremamente digeribile, a patto che non siano fritte. Le uova sono un alimento economico e facile da cucinare. Possiedono poche calorie dato che un uovo di gallina grande ne apporta appena 80. Mangiando le uova a cena è meglio evitare di abbinarle, però, ai legumi perché sono ulteriori fonti di proteine. Le uova apportano minerali come zinco e ferro, ma anche vitamine come come la A e la D. Le linee guida della Società italiana di nutrizione raccomandano di mangiare da 1 a 4 uova a settimana. Le uova non dovrebbero mangiarle coloro che soffrono di calcoli renali e quanti sono intolleranti alle loro proteine.

Cosa si può mangiare la sera a cena? Le patate sono anche ricche di fibre e apportano triptofano. Le fibre donano sazietà, riducono l’assorbimento degli zuccheri ematici e regolano l’attività dell’intestino. Il triptofano, invece, è un aminoacido coinvolto, tra l’altro, nella sintesi della serotonina, nota pure come ormone del buonumore. Proprio il triptofano può generare effetti benefici sul sonno in quanto nel corpo umano viene trasformato in 5-HTP che è il precursore della melatonina. La melatonina è un ormone che svolge un ruolo primario nel ciclo sonno-veglia. Ecco perché si possono mangiare tranquillamente le patate a cena. Fanno bene alla digestione, infatti, e conciliano anche il sonno notturno.

Cosa bisognerebbe evitare di mangiare a cena? Il gelato a cena non è esattamente una buona scelta. Anche se è saziante e delizioso, il gelato è pieno di grassi saturi, zuccheri e sostanze aggiunte che influenzano il peso e la qualità del sonno. Il lato a cena influisce sulla digestione, produce infiammazione addominale e altera l’attività del sistema nervoso. Il gelato a cena provoca anche reflusso e aumenta i livelli di glucosio, finendo coll’interferire con il periodo di riposo, soprattutto con il sonno notturno. Il gelato può essere un eccellente spezza fame ed è indicato per il momento della merenda. L’importante è non esagerare nelle quantità.

Quali sono i benefici delle uova? Le uova contengono Vitamina A che sostiene il sistema immunitario, Vitamina E che contrasta l’invecchiamento, Vitamina D che aiuta lo sviluppo delle ossa, Vitamine del Gruppo B (B1, B2, PP, B12) che sono essenziali alle funzioni del metabolismo. Le uova contengono anche il calcio che è importante per cuore, nervi, sangue e muscoli. Contengono, inoltre, potassio che aiuta anche a controllare la pressione sanguigna. Le uova apportano fosforo che aiuta la funzionalità dei reni, zinco che contrasta i processi di invecchiamento e, infine, ferro che è indispensabile per il trasporto dell’ossigeno nel corpo attraverso il sangue.

Come si conservano le uova? Per la legge la data di scadenza della uova è fissata in 28 giorni dopo la deposizione. La legge però impone ai punti vendita di ritirare dal commercio le uova sette giorni prima del termine minimo di conservazione indicato sull’imballaggio. Per conservare le uova in frigo conviene lasciarle nella loro confezione, in modo da evitare che assorbano gli odori esterni. Occorre controllare sempre che la temperatura sia compresa tra 0 e 4 gradi, al fine di garantire una netta diminuzione dei rischi legati alla salmonellosi. La refrigerazione, infatti, influisce positivamente sul valore biologico e gastronomico delle uova.

Torna in alto