Cosa succede a chi bene succo di melograni per il cuore, l’Alzheimer e abbassare l’indice glicemico?

I melograni contengono acido ellaico che mantiene in salute i vasi sanguigni, riducendo le probabilità di infarto e ictus. Il succo ha un forte potere antinfiammatorio e antiossidante che aiuta a prevenire l’Alzahimer. Gli zuccheri che apporta non peggiorano la situazione della glicemia.

Cosa bere per fare bene al cuore?

Il succo di melograni è il più salutare per il cuore perché protegge le arterie. Migliora il flusso sanguigno e impedisce alle arterie di diventare rigide e spesse. Rallenta la crescita della placca e l’accumulo di colesterolo nelle arterie. Può reagire negativamente con i farmaci per la pressione sanguigna e il colesterolo come le statine. Berlo ogni giorno può anche aiutare a ridurre la pressione sanguigna sistolica e la glicemia.

Cosa bere per prevenire l’Alzheimer?

Assumere un bicchiere al giorno di succo di melograni può dimezzare l’accumulo di proteine dannose legate al morbo di Alzheimer. Contiene la punicalagina che riduce l’infiammazione associata all’artrite reumatoide e al morbo di Parkinson. I ricercatori ritengono che questo composto potrebbe aiutare a combattere l’Alzheimer riducendo l’infiammazione in cellule cerebrali specifiche chiamate microglia. L’infiammazione nella microglia porta alla distruzione di altre cellule cerebrali che possono peggiorare i sintomi per le persone con Alzheimer o demenza.

Cosa bere per abbassare l’indice glicemico?

Il succo di melograni riduce la glicemia a digiuno e aumenta l’insulina. Alcune sue sostanze regolano il metabolismo del glucosio. Gustare quello fresco aumenta i livelli di insulina e migliora la resistenza all’insulina nelle persone con glicemia a digiuno alterato. Questo grazie alla presenza dei polifenoli. Gli zuccheri di questo frutta non sono liberi e dannosi ma attaccati agli antiossidanti fenolici. La punicalagina, ha la capacità di abbassare la risposta della glicemia degli alimenti ad alto indice glicemico. Assumere questa bevanda può interferire con alcuni farmaci quali antidepressivi, farmaci per l’ipertensione e antinfiammatori.

Quali sono i valori nutrizionali del succo di melograni?

La ricerca sugli effetti metabolici di questa bevanda di melograni suggerisce che riduce il rischio di cancerogenesi, quello della colesterolemia. Protegge dall’aterosclerosi. Gli antiossidanti possono prevenire o ridurre certi disturbi e fattori di rischio. Le fibre di questi frutti risultano quasi assenti ed il frutto è assolutamente privo di colesterolo; al contrario, l’acqua è molto abbondante. Riguardo i Sali minerali contiene molto potassio. L’apporto vitaminico non risulta dei migliori. Un etto di questa bevanda contiene

  • Acqua 86%.
  • Proteine 0,2%.
  • Lipidi 0,2%
  • Carboidrati 13,1%.
  • Fibra 0,1%.