Gravi atti vandalici nel Parco: lettera del Sindaco di Isnello

Scrive Marcello Catanzaro, Sindaco di Isnello: “Negli ultimi giorni, diversi cartelli del Parco delle Madonie sono stati imbrattati con la scritta “No Fly Eye”.
Il riferimento è al progetto del nuovo Telescopio Fly Eye che l’ESA (Agenzia Spaziale Europea), d’intesa con la Regione Siciliana e le istituzioni locali, prevede di collocare su Monte Mufara.
Un progetto all’avanguardia, di grande importanza per il progresso delle scienze astronomiche, che consentirà alla Sicilia e alle Madonie in particolare di entrare stabilmente in un circuito di ricerca scientifica di livello mondiale.
Una opportunità a mio avviso unica per il nostro territorio, che non possiamo trascurare per assecondare il dissenso scontato di chi è avvezzo a dire sempre e soltanto no, per principio, per pregiudizio. Senza ragionare in maniera lungimirante, senza voglia di ascoltare e capire.
In Italia, a causa delle politiche del “no” ad ogni costo, oggi, ci ritroviamo, per esempio, a non avere autonomia energetica, sia di origine fossile o derivante da qualsiasi altra fonte “pulita”; questo perché, negli anni, sono sempre stati posti veti e sollevate petizioni contro qualunque forma di innovazione.
Forse, perché il progresso e il cambiamento spaventa.
Imbrattare i cartelli dell’ Ente Parco delle Madonie con della vernice rossa ritengo che sia un gesto violento ed inaccettabile.
Chi deturpa in questo modo, come può ritenersi ambientalista e tutore della salvaguardia del paesaggio?
Con quale coerenza?
Contro cosa o chi, in realtà, sta protestando?”.