Bere acqua ogni 60 minuti. Cosa succede con la temperatura a 40 gradi e il colesterolo a 200?

La temperatura esterna incide sul nostro organismo dal punto di vista fisico ma anche da quello mentale. Con una di 40 gradi una persona dovrebbe assumere molta acqua. In genere gli esperti consigliano di berne almeno due litri al giorno. Prendere acqua ogni 60 minuti vuol dire tenere idratato il proprio corpo. Anche chi soffre di colesterolo alto ne ha dei benefici. Una ricerca, infatti, ha scoperto che introdurre acqua in maniera costante potrebbe diminuire del 15% i livelli di colesterolo cattivo e aumentare del 10% il colesterolo buono.

Perché bere ogni 60 minuti?

Occorre farlo per perdere peso. Anche se tutto è da dimostrare potrebbe avere un effetto dimagrante in quanto accelera il metabolismo in modo diretto. Secondo alcuni studi scientifici due bicchieri al giorno di acqua a temperatura ambiente aumentano del 30% il tasso del metabolismo. Questo effetto, però, ha una durata massima di circa un’ora. Per questo, quindi, occorre assumerla almeno ogna partire la termogenesi che è la produzione di calore da parte del fisico. Quando viene ingerita a 20 gradi il fisico la riscalda fino ad arrivare a 37 gradi. Questo processo in genere impiega circa un’oretta.

Quanta acqua bere ogni 60 minuti?

Secondo gli esperti bisogna introdurre un bicchiere di buona acqua ogni ora. Attenzione però a non berla troppo velocemente. In questo caso non si idrata bene il proprio corpo. Berla tutta in un fiato anziché idratare il corpo, e trarne così beneficio, provoca il bisogno urgente di urinare. La troppa acqua arriva velocemente alla vescica e per questo si elimina in breve tempo senza averne le potenzialità salutari. Attenzione perché troppa acqua può portare anche ad una intossicazione che prende il nome di iponatriemia. Quando se ne assume più del necessario può causare mal di testa, confusione e disorientamento.

In che modo bere acqua?

Gli esperti consigliano di farlo a piccoli sorsi. Più il sorso è piccolo, più l’organismo ne trae beneficio. Un litro andrebbe bevuta al mattino dalle 8 alle 12. L’altro litro dalle 14 alle 20. Va bevuta anche durante i pasti perché fluidifica i succhi gastrici. In questo modo si hanno dei benefici anche per il colesterolo. Attenzione a non berne troppa prima di andare a letto perché potrebbe rendere difficile il sonno. Potrebbe infatti costringere ad urinare durante la notte. In questo caso si dovrebbe interrompere il dolce sonno.