Se vuoi mangiare il più buon gelo di limone della Sicilia ecco la località che devi subito visitare

I suoi abitanti sono 72.847 e si estende su una superficie di 444,67 chilometri quadrati. Si trova nel ragusano e la sua festa patronale si tiene il 29 agosto. All’interno di questo comune abitano 30.767 famiglie. Il reddito medi si aggira intorno ai dodicimila euro e l’età media degli abitanti è di circa 44 anni.  Stiamo parlando di Ragusa che fra i suoi dolci prelibati ha il gelo di limone. Tra i suoi piatti caratteristici invece, è da gustare “il biancomangiare” che è una crema che si prepara con il latte.

Un po’ di storia

Il comune di Ragusa è tra i più caratteristici riguardo l’arte culinaria della Sicilia ma anche tra i più ricercati dell’intera Italia insulare. Secondo alcuni studiosi risalirebbe a quattromila anni fa. L’11 gennaio 1693 un potente terremoto devasta la città. Muoiono circa cinquemila dei tredicimila abitanti. Nel 1848 insieme alle città di Modica e di Scicli si ribellò al governo borbonico. Tra quelli che si trovano nel territorio della Sicilia, Ragusa è il comune che vanta fra i suoi confini moltissimi monumenti. La Cattedrale di San Giovanni Battista è fra le più grandi chiese dell’Isola.

Il gelo di limone

Il Gelo di limone di Ragusa è fra i più buoni fra quelli che si preparano in Sicilia. E’ un goloso budino dove al posto del latte si utilizza il succo del limone. L’ingrediente principale è quindi il limone di cui si utilizza la buccia e il succo. In realtà c’è chi adopera solo l’acqua aromatizzata con la scorza del limone. C’è anche chi vi aggiunge anche il succo dello stesso. Il gelo di limone è un perfetto dessert per concludere pranzi ene a base di pesce. A volte sostituisce il classico sorbetto. Occorre scegliere limoni freschi e non trattati.

La ricetta del gelo di limone è molto semplice. Bisogna utilizzare i limoni freschi. Quelli verdi sono più profumati. Per prima cosa lavare e asciugare i limoni. Prelevate la scorza gialla con un coltellino affilato. Metterla a bagno in 500 ml di acqua minerale naturale. Lasciarla in infusione per un giorno. Mettere da parte i limoni che servono il succo. Filtrare l’acqua aromatizzata con la scorza di limone. Prendere l’amido di frumento. Versarlo sul fondo della pentola dove si prepara il gelo. Unire lo zucchero e mescolare per bene. Unire il succo del limone. Trasferire tutto su una casserruola sul fuoco. Cuocere, portando a bollore. Mescolare per evitare i grumi. Appena la crema si addensa, spegnete il fuoco. Versarla negli stampini. Raffreddare e portare in frigo. Lasciarli per alcune ore o meglio se per tutta la notte. Sformate i geli rovesciando gli stampini su piattini da dessert. Decorare a piacere e servire.

Da mangiare il biancomangiare

Il biancomangiare o bianco mangiare è un dolce tipico siciliano. Si prepara con latte e lievito. Una volta preparato si versa in un piatto per farlo raffreddare. Decorarlo a piacere e mangiarlo. E’ davvero buonissimo.