Cefalù: un medico cefaludese su Raidue per l’Italia dei mille talenti

Un medico cefaludese ha partecipato su Raidue alla trasmissione “E viva il videobox” che racconta l’Italia dei mille talenti attraverso una carrellata di esibizioni e interventi originali. Il programma va in onda su Rai 2, dalle 8:00 alle 8:30, subito dopo la puntata di Viva Rai2! condotta da Fiorello. A partecipare alla trasmissione è stato Salvatore D’Anna, 83 anni che non mostra, da tutti conosciuto a Cefalù e in tutta Italia per la sua preparazione e la sua professionalità. D’Anna ha trascorso la sua vita, infatti, tra le corsie dell’ospedale cefaludese prestandovi servizio per quattro decenni. Ha iniziato a prestare la sua attività medica nel lontano 1 dicembre 1967. Dapprima è stato assistente e poi aiuto primario. Dal 2 giugno 1981 vi ha operato come Primario di medicina interna. All’interno del nosocomio cefaludese il dottore D’Anna ha anche ricoperto per alcuni periodi l’incarico di Direttore sanitario. Quando l’ospedale cefaludese è passato sotto la gestione del San Raffaele ne è stato Direttore del Dipartimento di medicina Interna  fino al 31 gennaio 2006 quando, dopo 39 anni in corsia, l’indomani è andato in pensione. D’Anna ha iniziato la sua “performance” televisiva cantando “Cielito lindo”, una canzone della musica popolare messicana. Intervistato subito dopo dalla conduttrice del programma ha detto di essere un cardiologo in pensione che ancora oggi è accanto ai malati. In televisione si è presentato con la cordialità che lo distingue nella vita di tutti i giorni e ha trasmesso anche nel piccolo schermo l’allegria e la serenità che trasmette tutti i giorni a quanti incontra. Nella seconda parte del programma ha cantato Piemontesina, una canzone molto famosa del passato che racconta l’amore giovanile tra uno studente universitario e una ragazza. “Era la canzone che cantavno un po’ tutti quando frequentavano l’Università a Torino” ci fa sapere. E anche se durante la trasmisione non ha avuto la possibilità di farlo sapere, Salvatore D’Anna tiene a far conoscere che ha voluto dedicare la sua presenza in televisione a tutti i suoi colleghi che hanno dato la vita durante gli anni della pandemia.

Torna in alto