Crisi politica a San Mauro Castelverde: si dimette il Sindaco Giuseppe Minutilla

San Mauro Castelverde, 13 febbraio 2024 – Una scossa politica ha colpito San Mauro Castelverde con le inaspettate dimissioni del Sindaco Giuseppe Minutilla. La decisione del primo cittadino è stata determinata da un grave stato di crisi politica che si è instaurato all’interno della maggioranza consiliare che lo sosteneva, causando una spaccatura irreparabile.

Minutilla ha comunicato la sua scelta attraverso una lettera indirizzata ai suoi concittadini, spiegando dettagliatamente le ragioni dietro questa decisione. La crisi ha raggiunto il culmine quando sette consiglieri di maggioranza sono passati all’opposizione, costringendo il sindaco a prendere una decisione drastica.

“Una decisione che ho subito, visto che sette consiglieri di maggioranza sono passati all’opposizione, che pur andando contro l’interesse di San Mauro Castelverde è diventata inevitabile”, ha dichiarato Minutilla nella sua lettera.

Il Sindaco ha ricostruito la storia degli ultimi tre anni, sottolineando i successi ottenuti e gli sforzi profusi per dare continuità al lavoro politico ed amministrativo precedente. Tuttavia, la situazione è peggiorata notevolmente a partire da febbraio del 2023, quando la Giunta comunale ha approvato l’idea di destinare parte dell’area dell’ex convento alla collocazione della famosa “altalena gigante”, creando il primo parco adrenalinico d’Europa.

Minutilla ha evidenziato come questa scelta abbia scatenato la contestazione di sette consiglieri, guidati dall’ex vice sindaco, accusando la Giunta di favorire un avversario politico e il sindaco stesso di avere interessi personali. Nonostante le contestazioni, la Giunta ha continuato ad amministrare con senso di responsabilità, portando avanti diversi progetti ed iniziative che hanno dato lustro al paese.

“Oggi trovo paradossale che a fronte di tanti successi che hanno dato lustro al paese ci siano consiglieri comunali che hanno lavorato per sfiduciare il sindaco e indurlo alle dimissioni con il rischio di vanificare quanto di buono è stato fatto in questi anni”, ha affermato il sindaco.

Minutilla ha concluso la sua lettera riservando uno spazio importante ai ringraziamenti per coloro che lo hanno sostenuto, tra cui il vice sindaco Nino Daino, gli assessori Pina Caruso e Matteo Mazzola, i consiglieri comunali Santina Pedevillano ed Enzo Farinella, e i dipendenti comunali.

“Non so se avremo modo di ritrovarci”, ha concluso il sindaco. “Il mio saluto vuole essere un arrivederci”.

Torna in alto