A Cerda l’ultimo saluto a Giuseppe: «dammi la forza per andare avanti» scrive il padre

Cerda si è fermata per dare l’ultimo saluto a Giuseppe Davide Polizzi il sedicenne che sabato è stato travolto da un treno mentre tornava a casa dalla scuola. Nella chiesa madre del paese è arrivata una folla di persone. La bara è stata circondata da amici, parenti, conoscenti e compagni di scuola di Davide. Su un lenzuolo bianco che avvolgeva il feretro, le frasi e i pensieri rivolti al ragazzo la cui vita si è spezzata troppo presto: «Su qualunque strada, in qualunque cielo e comunque vada, noi non ci perderemo. I veri amici sono difficili da trovare. È impossibile dimenticare. Lo sguardo verso l’altro e il cuore pieno di tristezza perché tu non sei qui con noi». A salutare il giovane c’era la banda e c’erano i finanzieri colleghi del padre. «Amore mio dammi la forza per andare avanti» ha scritto il padre sul suo profilo facebook insieme ad una foto del figlio.