Cefalù: in un’azienda scoperti due bovini con la tubercolosi

In un’azienda scoperti due bovini con la tubercolosi. Il sindaco di Cefalù ha firmato un’ordinanza con la quale ordina al proprietario l’immediato isolamento e sequestro dei bovini nei quali è stata ufficialmente accertata la tubercolosi. Nell’ordinanza si dice che occorre adottare tutte le misure per evitare la trasmissione del contagio al personale addetto che li accudisce, nonché la propagazione dell’infezione tra gli animali dell’allevamento. La stessa ordinanza chiede la ripetuta pulizia e la disinfezione dei ricoveri, e degli altri locali di stabulazione, nonché di tutti i contenitori, delle attrezzature e gli utensili utilizzati per gli animali, dei mezzi di trasporto e delle aree di carico e scarico degli animali, da ripetersi sotto controllo Ufficiale entro giorni sette dall’avvenuta eliminazione dei capi infetti e comunque prima di ricostituire l’allevamento. Il primo cittadino cefaludese ordina anche il divieto di reimpiego dei pascoli, dei quali hanno precedentemente usufruito tali animali, prima di sessanta giorni dall’allontanamento degli stessi. Tra le disposizioni contenute nell’ordinanza quello di non trasportare fuori dal luogo infetto animali da cortile, foraggi, attrezzi, letame ed altre materie ed oggetti atti alla propagazione della malattia. Ed ancora di non abbeverare gli animali in corsi d’acqua o in vasche con essi comunicanti e di impedire ogni contatto del personale di custodia con animali di altri allevamenti.