Volley femminile: La Kepha è super al tie-break. Il “De Lise” è un fortino

Incontro molto importante quello tra Kepha 2.0 Capo Serio e Frecce Azzurre, con le palermitane pronte a confermarsi nella parte alta della classifica e le cefaludesi che vogliono uscire dalla zona rossa della classifica. Ma alla fine del match è stata la Kepha 2.0 Capo Serio ad avere più “frecce” nel proprio arco. Brusca/Provenza decidono di dare continuità alla squadra non stravolgendo la formazione: Lisuzzo al palleggio, Di Cristina, Catalano, Lupo, Perilli, Allegra e Cirincione libero. Nemmeno il tempo di festeggiare il primo doppio vantaggio che le ragazze normanne vengono prontamente rimontate (2-2). L’avvio non è dei migliori, ma il punteggio resta in bilico fino al 9-9, momento in cui Catalano prima e Di Cristina poi tentano l’allungo (12-9). Un black out totale rovina quanto di buono fatto vedere fino a quel momento costringendo la Kepha a rincorrere (13-18). Nessun segno di risveglio, la luce in fondo al tunnel sembra lontanissima e il 14-25 del primo set prelude all’inizio di una debacle. Orgoglio e tenacia vengono fuori, le padroni di casa hanno cambiato l’inerzia della partita a proprio favore sorprendendo di fatto le rivali: 10-5 al primo time-out, vantaggio addirittura raddoppiato al secondo time-out (20-10). La Capo Serio è in totale controllo del match, nel giro di qualche minuto ha ridotto gli errori in battuta e in ricezione cominciando a “fare male” pure in attacco. Il secondo set è stato un vero e proprio assolo (25-12) replicando a dovere al primo set delle Frecce Azzurre. Terzo set da cardiopalma: privo vantaggio normanno (2-0), sorpasso ospite (9-13) ed ennesimo contro sorpasso cefaludese (18-17). Stavolta la Kepha ci ha preso gusto e spinta dal proprio pubblico non sbaglia (25-21). Catalano&co partono nuovamente a mille (3-1) ma poi subiscono il ritorno avversario (5-9). Una lunghissima serie di errori porta il punteggio sull’ 8-16 con Brusca che rivede i fantasmi di questa prima parte di stagione, dove i cali concentrazione sono stati quasi all’ordine del giorno. Catalano e Di Cristina con le unghia e con i denti riescono a racimolare qualche punto, ma non basta perchè le Frecce Azzurre si aggiudicano il quarto set (18-25) portando la partita al tie-break. Stanchezza fisica e mentale dovrebbero fare da padrone in questo quinto e ultimo set, invece no, la Kepha rasenta la perfezione e si porta al cambio campo in vatntaggio (8-4). Perfezione che dura fino all’urlo di gioia finale (15-8). E’ stata una Kepha dai due volti, che sembra quasi soffrire di doppia personalità: distratta e poco propensa al gioco, nulla in attacco e disordinata in difesa in avvio di gara, per poi diventare un rullo compressore una volta preso coraggio e coscienza delle proprie abilità. Tanti forse troppi errori nel primo e nel quarto set, tantissime giocate di alto livello nel secondo e nel quinto. Impossibile stilare la migliore in campo perchè tutte le ragazze (di grandissimo aiuto morale anche chi è rimasto in panchina, è questo lo spirito giusto) hanno dato l’anima quest’oggi: capitan Catalano e Di Cristina autentiche cecchini (23 e 13 punti), Perilli bene in battuta e in attacco, Cirincione presente su ogni pallone dopo un avvio un pò titubante, passi da gigante per Grisanti che realizza punti pesanti in battuta (roba da non credere fino a qualche settimana fa)… Ilardo anche questa volta costretta ad abbandonare il campo per i soliti problemi che la tormentano da inizio stagione. Nota positiva anche il pubblico presente che ha sostenuto e incoraggiato la squadra per l’intera partita. Effetto casa da non sottovalutare: ben 9 dei dieci punti conquistati sono arrivati tra le mura amiche. Se teniamo conto che delle 11 gare disputate solo 4 sono state giocate a Cefalù c’è da ben sperare per il proseguo della stagione. Con questa vittoria la Kepha 2.0 Capo Serio sale all’undicesimo posto in classifica, non ancora fuori dalla zona retrocessione ma ci sono tutti i presupposti per non allarmarsi più di tanto. Prossima giornata in trasferta a Palermo contro la Builder Pomaralva domenica 12 Febbraio ore 17.00 anche se il vero antagonista della Kepha è la Kepha stessa.

KEPHA 2.0 CAPO SERIO – FRECCE AZZURRE 3-2 (14-25; 25-12; 25-21; 18-25; 15-8)

16507213_10211904318792743_2142304042_n 16507451_10211904319112751_1633551407_n 16507776_10211904317952722_1754148964_n 16558427_10211904319952772_1577136719_n

Michael Russo