Il Palermo a Foggia cerca la prima vittoria

Sabato 4 gare. Alle 15 in campo l’Ascoli, che ospita il Lecce, il Brescia, che riceve il Pescara, ed il Cittadella capolista, atteso all’esame Cosenza al Tombolato. Alle 18 invece ci sarà Cremonese-Spezia. Domenica alle 15 Hellas Verona-Carpi e Salernitana-Padova. Il Palermo invece scenderà in campo alle 21 allo Zaccheria per sfidare il Foggia di Grassadonia. A chiudere il turno, il posticipo del lunedi tra Livorno e Crotone.

Venerdi 14 settembre ore 21

Venezia-Benevento 2 – 3

Sabato 15 Settembre 2018

Ascoli-Lecce

Ascoli sempre in gol al “Del Duca” nelle ultime 10 gare ufficiali contro il Lecce: nel periodo le reti bianconere sono state 22: l’ultima volta in cui i marchigiani sono rimasti “a secco” è stato nel 2-0 salentino, in serie A, datato 22 aprile 1990, con Mazzone alla guida tecnica dei giallorossi e doppietta decisiva di Barbas. Peraltro questa è l’unica partita interna in cui l’Ascoli non ha segnato contro il Lecce su 19 precedenti. Tra queste partite ricordiamo quella datata 7 maggio 1995, in serie B, 5-4 per i padroni di casa in una gara pirotecnica (due gol bianconeri vennero siglati da Bierhoff), la cui sconfitta condannò aritmeticamente alla retrocessione in serie C i salentini.

Probabili formazioni:

Ascoli (4-3-1-2): Lanni, Kupisz, Padella, Brosco, D’Elia, Frattesi, Casarini, Cavion, Baldini, Benedetti, Ninkovic. All. Vivarini.

Lecce (4-3-1-2): Vigorito, Fiamozzi, Meccariello, Lucioni, Calderoni, Petriccione, Arrigoni, Mancosu, Falco, Pettinari, La Mantia. All. Liverani.

Brescia-Pescara

Sono 29 i precedenti a Brescia, con bilancio nettamente favorevole alla formazione lombarda, che vanta 20 successi contro i 4 abruzzesi. Cinque i pareggi, l’ultimo dei quali risale al 12 maggio 1991, 1-1 in serie B. Dopo si sono giocati al “Rigamonti” 18 confronti, con 15 successi delle “rondinelle” e 3 biancazzurri.

Probabili formazioni:

Brescia (4-3-1-2): Alfonso, Mateju, Romagnoli, Carillon, Curcio, Bisoli, Tonali, Dall’Oglio, Tremolada, Morosini, Donnarumma. All. Suazo.

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Ciofani, Gravillon, Campagnaro, Del Grosso, Memushaj, Brugman, Machin, Mancuso, Cocco, Antenucci. All. Pillon.

Cittadella-Cosenza

Sono 2 i precedenti in Veneto tra Cittadella e Cosenza, riferiti ai primi due storici campionati di serie B della squadra granata. In bilancio 1 successo per parte, 1-0 per i calabresi nella stagione 2000/01 con rete di Zampagna sulla successiva azione di un rigore da lui stesso fallito, 2-0 per i veneti nel 2001/02 con i gol di Mazzoleni e Sturba.

Probabili formazioni:

Cittadella (4-3-1-2): Paleari, Ghiringhelli, Drudi, Adorni, Benedetti, Settembrini, Iori, Branca, Schenetti, Strizzolo, Scappini. All. Venturato.

Cosenza (3-5-2): Saracco, Capela, Dermaku, Legittimo, Corsi, Mungo, Palmiero, Garritano, D’Orazio, Maniero, Di Piazza. All. Braglia.

Ore 18

Cremonese-Spezia

La Cremonese segna in match ufficiali in casa contro lo Spezia da 8 gare di fila, per un totale di 14 gol. L’ultimo stop risale allo 0-0 della serie C 1960/61. Mai nella storia di questo confronto allo “Zini” i grigiorossi di casa avevano segnato con tanta continuità.

Probabili formazioni:

Cremonese (4-3-3): Radunovic, Mogos, Terranova, Claiton, Migliore, Arini, Castagnetti, Emmers, Strefezza, Brighenti, Castrovilli. All. Mandorlini.

Spezia (4-3-3): Manfredini, De Col, Terzi, Giani, Augello, Bartolomei, Ricci, Mora, Pierini, Galabinov, Okereke. All. Marino.

Domenica 16 settembre ore 15

Hellas Verona-Carpi

Hellas Verona e Carpi si ritrovano per la terza volta nella storia al “Bentegodi”. Il bilancio vede 1 successo biancorosso ed 1 pareggio; allargando i dati anche alle partite giocate in Emilia – 2 anche in questo caso – i gialloblu non hanno mai vinto, con bilancio generale di 3 pareggi ed 1 successo carpigiano.

Probabili formazioni:

Hellas Verona (4-3-3): Silvestri, Almici, Caracciolo, Dawidowicz, Crescenzi, Gustafsson, Marrone, Colombatto, Matos, Di Carmine, Laribi. All. Grosso.

Carpi (4-4-1-1): Colombi, Pachonik, Ligi, Sabbione, Frascatore, Saric, Mbaye, Di Noia, Piscitella, Concas, Arrighini. All. Chezzi.

Salernitana-Padova

Tradizione avversa per il Padova a Salerno nei 12 precedenti ufficiali: 5 i successi granata, altrettanti i pareggi, appena 2 le affermazioni biancoscudate, entrambe in serie B, l’ultima delle quali datata 18 giugno 1967, ultima giornata del torneo che vide scendere in C i campani: 1-0 per il Padova con rete decisiva di Bergamo.

Salernitana (3-4-1-2): Micai, Perticone, Schiavi, Gigliotti, Anderson, Odjer, Castiglia, Casasola, Di Gennaro, Djuric, Bocalon. All. Colantuono.

Padova (3-4-2-1): Merelli, Ravanelli, Capelli, Trevisan, Salviato, Cappelletti, Pulzetti, Contessa, Clemenza, Capello, Bonazzoli. All. Bisoli.

Ore 21

Foggia-Palermo

Foggia-Palermo è stata da sempre una partita con pochi gol allo “Zaccheria”: nei 18 precedenti, dove come segno domina il pareggio (uscito 10 volte), solo una volta sono stati realizzati più di 3 gol: 3-2 rosanero della serie B 1960/61.

Probabili formazioni:

Foggia (3-5-2): Bizzarri, Tonucci, Camporese, Loiacono, Zambelli, Agnelli, Carraro, Chiaretti, Kragl, Cicerelli, Mazzeo. All. Grassadonia.

Palermo (3-5-1-1): Brignoli, Bellusci, Struna, Rajkovic, Salvi, Murawski, Jajalo, Haas, Mazzotta, Trajkovski, Puscas. All. Tedino.

Lunedi 17 settembre ore 21

Livorno-Crotone

Sono 6 i confronti ufficiali a Livorno tra gli amaranto di casa ed il Crotone, che ha vinto in 3 occasioni. Il restante bilancio è composto da 2 successi toscani ed 1 pareggio. La sfida si è già giocata quest’anno in coppa Italia, 1-0 per i calabresi il 12 agosto scorso, con rete decisiva di Rohden al 61’.

Probabili formazioni:

Livorno (3-4-1-2): Mazzoni, Gonnelli, Di Gennaro, Dainelli, Fazzi, Luci, Valiani, Porcino, Diamanti, Kozak, Giannetti. All. Lucarelli.

Crotone (3-5-2): Cordaz, Sampirisi, Golemic, Marchizza, Faraoni, Rohden, Benali, Firenze, Martella, Budimir, Nalini. All. Stroppa.

Nella foto di Nicola Ianuale una fase di gioco di Salernitana-Palermo con Murawski, Bellusci e Castiglia in azione.