Cefalù piange Carmela che amava il teatro, la musica e lo studio delle culture straniere

Cefalù piange Carmela Maggio la donna che amava il teatro, la musica e lo studio delle culture straniere. Si è spenta nella notte. Era nata a Palermo il 14 novembre del 1951. Cresciuta nel capoluogo dopo gli studi liceali aveva studiato all’Università conseguendo brillantemente giovanissima la laurea in lettere. A soli 28 anni diventa responsabile della sezione cefaludese del Liceo Linguistico Statale “Ninni Cassarà”. Arrivava a Cefalù in anni che vedevano la scuola della Provincia in crisi. Carmela Maggio imprime subito un cambiamento alla scuola e forte della sua passione per la cultura spinge studenti e docenti ad imboccare la strada del dialogo culturale e della crescita sociale delle giovani generazioni. Il Liceo Linguistico grazie al suo impegno viene lanciato nel panorama culturale del tempo e riceve per questo diversi riconoscimenti.

Appassionata della cultura in generale e in particolare di teatro e musica, amava viaggiare e studiare le culture dei paesi stranieri. Fin dal suo arrivo a Cefalù ha dimostrato di essere una grande donna, mettendosi in ogni occasione al servizio degli altri. Nel 1988 ha sposato il preside Stefano Natale e ha cresciuto i suoi tre figli come fossero i suoi. L’impegno di donna in carriera le è stato riconosciuto a livello nazionale quando nel 1997 diversi giornali hanno parlato della città di Cefalù come la città delle donne. Dal 2011 è andata in pensione ma ha continuato a coltivare le sue passioni e si è dedicata, anima e corpo, alla crescita dei suoi cinque adorati nipotini.

Sotto una foto di Carmela Maggio con la sua famiglia