Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Maurizio Andreassi: il poliziotto buono che a Cefalù ha arrestato ladri ed estortori
Cefalunews

Maurizio Andreassi: il poliziotto buono che a Cefalù ha arrestato ladri ed estortori

L’ispettore Capo della Polizia di Stato Maurizio Andreassi nasce a Roma il 22 settembre del 1959 da Ferdinando appuntato dei Carabinieri di Macerata e Valore Teresa di Cefalu’.  Trascorreva l’infanzia come figlio di carabiniere in diverse città: a  Tolmezzo (UD) Sperlonga (LT), Petralia Sottana (PA), Termini Imerese (PA) luoghi ove il padre prestava servizio. Negli anni settanta si iscrive presso una di Cefalù e conosce diversi compagni che in futuro si ritrovera’ come colleghi. Il 16 marzo 1978 seguendo la notizia dell’attentato mortale nei confronti della scorta dell’ On. Aldo Moro ad opera delle B.R decise di lasciare l’ istituto scolastico (conseguirà il Diploma di Geometra successivamente) e si arruola nel Corpo delle Guardie di P.S di Alessandria.

Superati favorevolmente gli esami finali nel 1979 viene inviato a Milano ove rimane aggregato per oltre 3 mesi. Si lavorava con paura perchè gli attentati delle B.R. erano frequenti. Nel 1979 viene trasferito presso il VI Reparto Celere di Genova Bolzaneto dove rimane fino al 1981 prestando vari servizi di Ordine Pubblico e di aggregazioni per attività speciali contro le Brigate Rosse, diversi piantonamenti a Brigatisti. Viene inviato a Bologna per la Strage della Stazione Ferroviaria. Continua a lavorare in Questura a Genova. Il 5 gennaio 1982 si sposa con Brocato Serafina dipendente Comunale ma rimane in servizio a Genova sino al mese di maggio dello stesso anno ed in seguito trasferito alla Questura di Palermo. Era uno dei mille uomini richiesti allo Stato dall’allora Prefetto Dalla Chiesa. Effettua servizi di vigilanza in Prefettura. Dopo la morte del Generale Dalla Chiesa viene trasferito al Commissariato di P.S di Cefalù proprio una settimana prima della nascita del primogenito Mirko.

Presta servizio con le mansioni di Agente scelto e Assistente presso il Commissariato di P.S allora ubicato in piazza Duomo che contava 10 dipendenti. Partecipa e vince il concorso per sottufficiali. Nel 1991 frequenta presso la scuola di Polizia di Caserta il 6° corso Sovrintendenti e viene trasferito presso il Compartimento Polizia Ferroviaria di Palermo, poi alla squadra investigativa compartimentale e successivamente con le mansioni di Comandate presso il Posto di Polizia Ferroviaria di Termini Imerese. Nel 1994 rientra presso il Commissariato di P.S. di Cefalu’ ed effettua attività di polizia Giudiziaria in Collaborazione con la squadra Investigativa. Svolge numerose indagini che comportano vari arresti di soggetti mafiosi dediti all’usura. Effettua arresti per vari delitti quali furti, rapine estorsioni, tentati omicidio per i quali riceve svariati encomi premi in denaro e lodi.  Riceve una lode per avere arrestato libero dal servizio e da solo due cittadini Algerini condannati ed espulsi che avevano compiuto numerosi furti di capi di abbigliamento in lussuosi negozi di Cefalu’. Un giorno  nei pressi del lungomare di Cefalù, libero dal servizio, ha arrestato un cittadino extracomunitario che aveva sfregiato al volto un suo connazionale con il collo di una bottiglia rotta. Arresta 2 rapinatori che in una giornata d’estate avevano rapinato una banca ubicata nella via Roma.

Negli anni di servizio svolti presso il Commissariato di P.S. di Cefalu’ ha avuto svariati incarichi di addetto e anche di responsabile di Polizia Giudiziaria, UIGOS ufficio stranieri, Amministrativa, Volante, Ufficio Misure Prevenzione e Misure di Sicurezza U.R.P. nonchè Responsabile dell’Archivio Generale. Durante il servizio ha conseguito le Croci di Bronzo, d’argento e D’Oro per anzianità di servizio conferimenti che vengono dati a chi non ha mai riportato sanzioni disciplinari sino al congedo avvenuto dopo 40 anni e 3 mesi di servizio, in data 23 settembre 2013. Durante la sua attività lavorativa veniva motivato con attestati di stima lettere di compiacimento da parte del Questore per aver riordinato e meccanizzato l’archivio corrente aggiornando anche l’archivio storico. Ringraziamenti da parte di cittadini, amico di tutti conosciuto come Maurizio il poliziotto buono. “Onorato – dice – di avere conosciuto politici, Personaggi Storici funzionari importanti Capi di Polizia, Magistrati, Di avere lavorato nello stesso periodo anni 1982 in Cefalu’ con proprio genitore Appuntato dei Carabinieri Andreassi Ferdinando con i cognati Ass.te Capo Nuccio Salvatore e Sovr.te Capo Brocato Pasquale nonchè avere vissuto periodo lavorativo in Liguria e in Sicilia con il fratello Luogo Tenente dei Carabinieri Andreassi Biagio. Onorato di essere stato uno degli Uomini di tutti i dirigenti di Cefalù:  Dr. Agrimi. Dr. Palazzolo, Dr. Megna, Dr. Piemonte, D.ssa Tomasello, Dr. Lo Presti, D.ssa Castelluzzo e per ultimo del Dirigente Dr. Manfredi Borsellino”. E a chiusura di questo articolo afferma: “Ho amato ed amo la Polizia di Stato come tutti gli appartenenti delle Forze dell’Ordine che rischiano la vita ogni giorno del loro servizio, ho svolto con dedizione la mia attività lavorativa avendo tante cose da potere raccontare che ti rimangono impresse, che ti restano dentro per sempre. Adesso in congedo mi godo il mio nipotino Nicholas”.

Inauguriamo su cefalunews una sezione per far conoscere i poliziotti cefaludesi che hanno operato a Cefalù lasciando un segno importante della loro presenza. L’idea di raccogliere le loro biografie è del Kefablog, l’iniziativa nata per far conoscere Cefalù, finanziata con 1.800 euro di borse di studio costituite dagli emigrati cefaludesi che fanno parte dell’associazione Cefaludesi nel mondo. Ai partecipanti è stato chiesto di pubblicare una biografia di un poliziotto che ha operato a Cefalù. Le biografie saranno lette da una giuria di emigrati cefaludesi che attribuiranno dei punteggi ai partecipanti. Alla fine della gara al vincitore andrà una borsa di studio di trecento euro. (Biografia a cura di Eleonora La Scuola)