Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cefalù: quattro medici da non dimenticare
Cefalunews

Cefalù: quattro medici da non dimenticare

Inauguriamo su Cefalunews una sezione per far conoscere i medici cefaludesi che hanno operato a Cefalù lasciando un segno importante della loro presenza. L’idea di raccogliere le loro biografie è del Kefablog, l’iniziativa nata per far conoscere Cefalù, finanziata con 1.800 euro di borse di studio costituite dagli emigrati cefaludesi che fanno parte dell’associazione Cefaludesi nel mondo. 

Bellipanni Franco

Il dottor Bellipanni Franco nasce a Cefalù il 9 luglio 1946 da Rosario e da Zina Corsaro. Cresce a Cefalù ma gli impegni lavorativi di papà “Gianni” portano la famiglia Bellipanni a trasferirsi a Palermo. Franco soffre molto il distacco da Cefalù. Non era bello svegliarsi e non vedere il mare, non respirare l’aria salmastra cui era stato abituato, non sentire quelle voci che ormai gli erano familiari. Ogni domenica tornano a Cefalù a trovare i nonni. Dopo la maturità classica Franco intraprende gli studi di Medicina che aveva avuto da sempre in animo di fare. Il desiderio di aiutare il prossimo lo guida nella scelta e man mano che prosegue negli studi si convince sempre di più di aver fatto la cosa giusta. Finita l’università deve scegliere la specializzazione, gli piace l’anestesia e la rianimazione, sa che all’Università di Milano c’è una scuola all’avanguardia diretta dal prof. Damia , fa gli esami per essere ammesso e li supera. Trova lavoro presso l’ospedale di Clusone in provincia di Bergamo. Lavorava presso l’ospedale civile di Mirano (VE) ma il suo sogno era quello di tornare nella sua Cefalù. Nel 1977 ebbe questa possibilità e non ci pensò più di tanto a trasferirsi con la famiglia, portando con sé il bagaglio di conoscenze e professionalità acquisite al nord. Si trovò bene dal punto di vista umano, si fece ben presto apprezzare ed iniziò a praticare l’anestesia spinale, appresa a Milano, soprattutto per i parti cesarei cosicché le mamme potessero essere sveglie e partecipare alla nascita dei propri figli. Lo amavano tutti dai colleghi ai pazienti e, quando il 20 Agosto del 1979 avvenne la disgrazia che lo portò via, fu un lutto per l’intero paese. Solo per due anni lavorò a Cefalù ma non certo per sua volontà. Franco oltre ad essere un bravissimo ed apprezzatissimo medico da giovane aveva partecipato ai campionati studenteschi di corsa. Gli piaceva giocare a pallone ed aveva fatto parte della squadra del Policlinico mentre era all’Università. Amava le motociclette ma sopra ogni cosa amava il suo lavoro che svolgeva con abnegazione totale.  “Sono trascorsi 38 anni ma Franco Bellipanni non ci ha mai lasciato, è stato presente nei nostri cuori, negli occhi dei suoi bimbi adesso uomini, nelle lacrime sincere dei suoi tanti amici che non l’hanno mai dimenticato, nei fiori freschi che troviamo nella sua tomba, in tutte quelle persone che gli devono la vita».

Dalli Cardillo Emanuele

Il dottor Dalli Cardillo Emanuele nasce a Porto Empedocle (Ag) il 30 agosto 1961. Dopo aver conseguito il Diploma di scuola media superiore si iscrive all’università di Palermo e dopo quattro anni si laurea a Palermo in odontoiatria e protesi dentaria con lode. Si sposa con Conni e dal loro matrimonio nasce un meraviglioso bambino Umberto . Nel 1988 apre a Cefalù il suo studio dentistico dove ha subito saputo conquistare, la fiducia e l’affetto di molti cefaludesi, sia per le sue indiscutibili doti professionali, sia per quel magnifico sorriso che scaldava il cuore. Il dott. Emanuele Dalli Cardillo è scomparso prematuramente il 2 Marzo 2014 lasciando un vuoto incolmabile nella vita della moglie e del figlio ma anche in quella di tanti Cefaludesi che assisteva anche gratuitamente quando le circostanze lo richiedevano con quella generosità che è un tratto di questa meravigliosa famiglia che Cefalù ha avuto la fortuna e l’onore di ospitare

Todaro Eugenio

Il dottore Eugenio Todaro nasce ad Alia nel 1943. E’ il più piccolo di quattro figli maschi, la mamma Giuseppina è casalinga e il papà Salvatore è titolare delle autolinee che trasportano i passeggeri da Alia a Roccapalumba, Lercara Friddi e Palermo. Frequenta la scuola elementare ad Alia, le medie a Lercara Friddi; il quarto ginnasio a Palermo al collegio salesiano “Don Bosco”. Dal quinto ginnasio frequenta il liceo classico di Termini Imerese dove consegue la maturità classica nel 1961.  Si laurea a Palermo in Medicina e Chirurgia nel marzo del 1968 e consegue la specializzazione in Anestesia e Rianimazione a Padova nel luglio del 1970. Inizia a lavorare nell’ospedale di San Donà di Piave, poi a Trapani e a Palazzo Adriano. Nel 1972 arriva all’ospedale di Cefalù, dove non ci sono anestesisti. E’ il primo anestesista di Cefalù e rimane l’unico per un lungo periodo. E’ il primo ad effettuare l’anestesia generale. Negli anni Ottanta inizia a dedicarsi alla medicina scolastica per diffondere tra i giovani quei messaggi di salute e prevenzione che tanto gli stanno a cuore. E’ il primo a somministrare le vaccinazioni anti rosolia. Rimane a vivere a Cefalù perché qui incontra la moglie Maria Pina con la quale ha tre figli: Elenio, Clizia, mancata prematuramente e Clizia Maria. Ci lascia il 23 settembre del 2018. Rimane il ricordo di un professionista serio e competente, di un uomo onesto e gentile, padre e nonno dolce ed affettuoso, che ha dedicato tutta la sua vita alla famiglia, al lavoro ed all’impegno sociale.

 

Virga Carmelo

Il dottor Carmelo Virga nasce a Palermo il 13 Novembre 1940.  Trascorre l’infanzia a Isnello per poi trasferirsi a Cefalù con la famiglia e conseguire la licenza liceale presso il Liceo Classico Mandralisca. Dopo la laurea in medicina, presta il servizio militare come tenente medico, prima a Firenze poi a Palermo, sotto il comando del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, successivamente ucciso a Palermo in un attentato mafioso nel 1982. In seguito, il Dott. Virga lavora presso l’ospedale Giuseppe Giglio di Cefalù e anche come medico di famiglia, guadagnando così la stima e l’affetto dei suoi pazienti per il suo approccio professionale e umano. Dopo aver conseguito la specializzazione in radiologia, lavora all’ospedale Giglio in qualità di radiologo. Nel 1976 sposa Marian Watson, una giovane giuda turistica inglese conosciuta a Cefalù durante le visite mediche ai turisti. In seguito, Marian lavora come conversatrice al Liceo Linguistico di Cefalù. Insieme hanno una figlia, Antonella, che oggi lavora nella cooperazione internazionale.  Dopo aver conseguito la specializzazione in radiologia, il Dott. Virga lavora all’ospedale Giglio in qualità di radiologo. Ancora giovanissimo, vince il concorso di primariato e dal 1982 al 2001 è il primario del reparto di radiologia presso l’Ospedale di Sant’Agata di Militello in provincia di Messina, dove lavora fino alla conclusione della sua attività professionale. Durante gli anni della pensione, coltiva le sue principali passioni culturali, facendo parte del consiglio dell’Università della Terza Età a Cefalù, partecipando ai seminari di filosofia e frequentando assiduamente il teatro. È morto a Cefalù il 6 maggio 2014.