Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Bere acqua dopo la frutta fa bene o male? La risposta della medicina
Cefalunews

Bere acqua dopo la frutta fa bene o male? La risposta della medicina

Bere acqua dopo la frutta fa bene o male? Certo che fa bene. Molte persone credono che bere acqua subito dopo aver mangiato la frutta sia dannosa per la salute. Alla base di questa credenza c’è che quest’associazione possa causare flatulenza e dolore. C’è chi pensa, infatti, che i frutti contengano una quantità elevata di zucchero e lievito e quando si beve acqua, subito dopo aver mangiato un frutto, diluisce gli acidi dello stomaco e interferisce con la digestione. Bere acqua durante o dopo un pasto aiuta, invece, la digestione. L’acqua e altri liquidi aiutano ad abbattere il cibo in modo che il corpo possa assorbire i nutrienti. L’acqua ammorbidisce anche le feci e in questo modo aiuta a prevenire la stitichezza. «L’acqua è un alimento vero e proprio ed è il più dietetico in assoluto – commenta la dottoressa Manuela Pastore, dietista clinico della Direzione Sanitaria dell’Istituto Clinico Humanitas – non apporta calorie, ha una funzione drenante che ci aiuta a eliminare le tossine e le scorie accumulate quando si è mangiato troppo, stimola la sazietà e per questo aiuta ad evitare gli eccessi alimentari».

Bere acqua dopo i pasti aiuta a dimagrire? Un bicchiere d’acqua dopo i pasti fa funzionare meglio la dieta e abbassa i livelli di glicemia a digiuno. Lo rivela uno studio inglese. L’acqua è molto più indicata, infatti, per accelerare i processi di dimagrimento. E’ quanto ha scoperto uno studio pubblicato sulla rivista ‘Diabetes, Obesity, and Metabolism’, dell’università inglese di Nottingham. I ricercatori inglesi hanno preso in considerazione 81 donne obese o in sovrappeso con il diabete di tipo 2. Tutte hanno dichiarato di bere abitualmente bevande dietetiche e l’esperimento è durato 24 settimane. Alcune di loro hanno sostituito le bevande dietetiche con dell’acqua. I risultati dicono che le donne che hanno bevuto l’acqua hanno perso, mediamente, 1,16 chilogrammi in più rispetto a quelle che non hanno abbandonato le bevande dietetiche.

Quanta acqua bere durante un pasto? Il consiglio degli esperti è di bere 1-2 bicchieri d’acqua a pasto. Quando il pasto è più abbondante gli esperi consigliano di bere un paio di bicchieri d’acqua in più. Bere acqua, infatti, aiuta l’azione dei succhi gastrici e facilita anche il lavoro di fegato e reni che devono eliminare le scorie e le tossine prodotte e accumulate nei processi fisiologici fra cui anche la digestione. Per Marcello Ticca, nutrizionista e dietologo, occorre assumere durante i pasti 4-5 bicchieri di acqua per facilitare la sensazione di sazietà. Tutto questo favorisce i processi digestivi, migliora la consistenza degli alimenti ingeriti e accelera in definitiva lo svuotamento dello stomaco. Bere durante i pasti è sconsigliato a quanti soffrono di reflusso gastroesofageo ed ernia iatale. Questo per evitare di aumentare il volume dello stomaco e quindi la risalita del cibo ingerito dopo i pasti. Anche chi soffre di una scarsa produzione di acido cloridrico nello stomaco deve stare attento a non bere troppo durante i pasti. L’acqua stimola diuresi grazie alla funzione drenante che aiuta l’organismo a ripulirsi quando si è mangiato troppo. Stimola anche il senso di sazietà e per questo, bere acqua può essere un valido aiuto per chi vuole mettersi a dieta e recuperare la forma fisica. Bere prima dei pasti può aiutare a dimagrire più velocemente ma solamente per una questione “fisica” ossia perché l’alto contenuto di acqua tende ad aumentare il senso di sazietà, riducendo di conseguenza la quantità di cibo ingerito.

Share this