Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia mozzarella a colazione? Risponde la medicina
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia mozzarella a colazione? Risponde la medicina

Cosa succede a chi mangia mozzarella a colazione? La mozzarella contiene lattosio, acqua e proteine che si integrano bene con una colazione ricca di cereali. Anche se tutto questo può sembrare strano per chi è abituato a fare colazione con caffè e cornetto la mozzarella è un prodotto che, a giudizio di alcuni nutrizionisti, si può consumare durante la prima colazione del mattino. I nutrizionisti, infatti, consigliano di tenere d’occhio la mozzarella di bufala. Proprio questa mozzarella va bene a colazione per alcuni nutrizionisti in quanto anche se possiede qualche caloria in più ne basterà consumarne la giusta quantità e associarla a dei carboidrati. La mozzarella è un latticinio a pasta filata che possiede circa 280 calorie ogni cento grammi di prodotto.

E’ vero che esiste anche la dieta della mozzarella? Sì. Con la dieta della mozzarella si dimagrisce e si fa il pieno di calcio e proteine. Inoltre la mozzarella è un cibo veloce che si può avere in molte forme e varietà: ciliegine, trecce, bocconcini ma anche in tantissime versioni light. La dieta della mozzarella si fonda su un concetto ben preciso: é un cibo proteico in grado di fornire minerali, sodio, ferro e calcio. In realtà la mozzarella non è un cibo magro perché arriva dal latte intero e per questo da una base “magra”. Con la dieta della mozzarella si possono perdere 3 o 4 chili al mese.

Quali sono i benefici della mozzarella? La mozzarella contiene vitamina B6, biotina, tiamina, niacina e riboflavina. Sono vitamine solubili in acqua e per questo il corpo non immagazzina. Queste vitamine sono importanti per mantenere la vista, la formazione dei globuli rossi ed una pelle sana. La mozzarella contiene vitamine liposolubili come la vitamina A, D ed E, che sono importanti per l’assorbimento del calcio, la crescita delle ossa e la protezione delle membrane cellulari. La mozzarella contiene fosforo essenziale per il corpo per utilizzare il calcio. La mozzarella è una buona fonte di proteine e per questo aiuta nel mantenimento, riparazione e crescita della massa muscolare.

Si può mangiare la mozzarella in gravidanza? La mozzarella che viene prodotta industrialmente oppure prodotta da caseifici controllati è considerata sicura in gravidanza. Sì anche alla mozzarella cotta in gravidanza che evita qualsiasi tipo di legame fra formaggi e toxoplasmosi. E’ pericoloso, invece, il latte non pastorizzato e, quindi, il formaggio non pastorizzato. In genere, però, quello che viene utilizzato per la preparazione della mozzarella viene pastorizzato, ovvero viene sottoposto a una procedura che elimina i batteri più pericolosi e di rende questi latticini in gravidanza sicuri. Il latte in gravidanza va bevuto solo se è pastorizzato perché elimina eventuali batteri presenti.

La mozzarella aiuta a combattere il colesterolo? La mozzarella è amica dal punto di vista del colesterolo in quanto possedendo molta acqua e non avendo stagionatura, contiene solo 46 mg di colesterolo per 100 grammi di alimento. Un motivo per il quale conviene consumare con regolarità la mozzarella è la presenza di vitamina B3. E’ la cosiddetta niacina, che ha il compito di convertire il grasso in energia. Questa sostanza consente di tenere sotto controllo il colesterolo e ha un ruolo di primo piano nella prevenzione dell’artrite e del diabete. La mozzarella contiene il fosforo molto importante per il funzionamento dei reni.