Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia i cavoli crudi? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia i cavoli crudi? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi mangia i cavoli crudi? Se i cavoli vengono fatti bollire perdono le vitamine, i minerali e gli enzimi che contengono. La maggior parte delle virtù benefiche contenute nelle infiorescenze, nelle foglie e nel fusto dei cavoli si deteriora e viene persa durante la cottura. Ecco perché è bene consumare i cavoli crudi. Chi cuoce i cavoli in acqua per più di cinque minuti rischia di perdere le loro caratteristiche nutrizionali. Ecco perché da più parti si consiglia il succo di cavoli non sottoposto a calore. I cavoli contengono mediamente il 90% di acqua, il 2,5% di fibre e il 2% di proteine. I cavoli sono poveri di grassi e di zuccheri. Curano molte malattie al pari degli agrumi.

Perché bere il succo di cavoli crudi? Il succo di foglie di cavoli crudi è conosciuto fin dai tempi antichi dalla medicina popolare. E’ un rimedio naturale molto efficace per alleviare e risolvere i sintomi del reflusso esofageo, della gastrite,  dell’ernia iatale, dei bruciori di stomaco e di altri disturbi del tratto gastroesofageo. Alcuni studi avrebbero dimostrato che l’estratto di cavoli crudi sarebbe in grado di guarire alcune patologie dello stomaco. Una ricerca pubblicata sul Western Journal of Medicine ha dimostrato che i pazienti con ulcera peptica trattati con il succo di cavoli freschi guarivano più velocemente: in 10 giorni rispetto ai 37 del gruppo di controllo con terapia standard.

I cavoli crudi si digeriscono più velocemente di quelli cotti? I cavoli privati delle nervature bianche più grosse tagliati finissimi e mangiati crudi non solo sono gustosissimi e non danno alcun odore, ma si digeriscono in metà tempo rispetto ai cavoli stracotti. Il consiglio è di masticarli bene, come qualunque cibo. I cavoli sono indicati per qualunque disturbo gastrointestinale, dall’ulcera alle infezioni. L’attività terapeutica dei cavoli, però, varia molto a seconda della varietà, della stagione e del tipo di suolo su cui è cresciuto l’ortaggio. È molto più potente nel succo, più blanda nei cavoli interi. Il consiglio è di usare solo cavoli verdi freschi crudi.

I cavoli sono l’ortaggio più nutriente del mondo? I cavoli sono una delle verdure più nutrienti e salutari del mondo. I cavoli sono ricchi di ferro. Contengono più ferro per caloria di una bistecca. L’assimilazione del ferro contenuto negli alimenti di origine vegetale è facilitata dal consumo di cibi ricchi di vitamina C. Inoltre i cavoli contengono più calcio per caloria del latte. I cavoli sono un ottimo alleato contro l’ipertensione e la pressione alta grazie alla presenza dell’acido glutammico, un aminoacido che, come è stato dimostrato, contribuisce ad abbassare la pressione sanguigna. I cavoli sono ricchi di acidi grassi omega 3.

Quante volte a settimana bisogna mangiare i cavoli? Per riuscire ad ottenere tutti i benefici per la salute garantiti dai cavoli e dagli ortaggi della famiglia delle crucifere bisognerebbe consumarli almeno due o tre volte alla settimana, in porzioni abbondanti. Chi apprezza i cavoli li può mangiare anche spesso ma senza mangiare solo quello. Bisogna sempre stare nella fascia della normalità per non disturbare l’equilibrio. I cavoli sono un potente antinfiammatorio naturale, in grado di prevenire e di alleviare le patologie infiammatorie. È stato provato scientificamente che il consumo di cavoli è efficace per ridurre il rischio di contrarre alcuni tipi di cancro.