La castagna abbassa il colesterolo? Ecco l’incredibile risposta

La castagna abbassa il colesterolo? La castagna è priva di colesterolo e per questo è adatta da mangiare per le persone che soffrono di ipercolesterolemia. La castagna, infatti, apporta una buona fonte di fibre che sono sostanze che limitano l’assorbimento del colesterolo. Oltre alle fibre, ad aiutare nella riduzione del colesterolo, la castagna possiede anche gli acidi grassi omega3 e omega6.  Grazie a questi due acidi grassi, infatti, la castagna aiuta anche il cuore e contribuisce a regolarizzare la pressione sanguigna. E’ bene sapere che gli omega 3 riducono soprattutto i trigliceridi, mentre gli omega 6 migliorano prevalentemente il profilo del colesterolo. Gli omega 3, inoltre, hanno anche un ruolo molto positivo sulle dislipidemie scatenate o aggravate dal diabete mellito tipo 2.

Quali cibi abbassano il colesterolo? Grazie alla presenza di omega-3 il salmone fresco contribuisce a diminuire i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue e nello stesso tempo aiuta a prevenire la formazione di coaguli nel sangue. Gli omega 3 sono lipidi. I cibi ricchi di omega 3 vanno assunti con alcuni criteri. I prodotti della pesca, per esempio, servono anche a introdurre proteine ad alto valore biologico, certe vitamine del gruppo B e minerali specifici. Per questo occorre alternare il pesce ai formaggi e alle uova. Occorre rapportare con cura le porzioni e la frequenza di consumo degli alimenti fortemente proteici. Limitare anche il consumo dei grossi pesci.

Quali cibi alzano il colesterolo cattivo? Bisogna limitare il consumo di salumi e di carne grassi. Bisogna anche evitare di accompagnare i salumi grassi con i formaggi grassi. Bisogna eliminare, in particolare, la margarina e i cibi che contengono grassi idrogenati. Bisognerebbe limitare anche il pane, i dolci, la pasta e la pizza. I cibi che contribuiscono ad aumentare i livelli di colesterolo nel sangue sono i grassi da condimento o da conservazione di origine animale, latte e derivati, carne, pesce, molluschi e crostacei, uova. Contengono molto colesterolo frattaglie come il cervello, i reni e il fegato, grassi animali da condimento come il burro, il lardo.

Quali sono i benefici della castagna? La castagna contiene acidi fenolici e per questo possiede proprietà antinfiammatorie. La castagna fa bene all’intestino perché molto digeribile. Contiene, infatti, abbondanza di fibra alimentare che preserva o ripristina la regolarità intestinale. Attenzione però a non mangiarla cruda. La castagna è utile per aumentare la vitalità dei microrganismi probiotici durante il passaggio nello stomaco. La castagna da sempre è utilizzata come lassativo o in caso di diarrea. La castagna previene le patologie neurodegenerative. Tutto questo grazie alla buona presenza di vitamina E, fondamentale per il benessere del sistema nervoso e per la prevenzione di patologie degenerative.

Come di prepara il sugo di castagna? Mettere 200 grammi di castagne fresche in una pentola con acqua fredda, coperte. Unire una foglia di alloro e farle cuocere per 30 minuti, 40 se le castagne sono grosse. Non buttare l’acqua di cottura. Sbucciare, togliere la pelliccina interna e frullare unendo 2 cucchiai di olio d’oliva e acqua di cottura per ottenere una crema densa. Unire il rosmarino. Cuocere gli gnocchi e condirli con la crema alle castagne.