Cefalù: maxi sequestro di profumi pericolosi. Operazione della guardia di Finanza

Profumi non sicuri in vendita fra Cefalù e Campofelice. Sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza delle tenenza i Cefalù che ha fatto scattare un maxi-sequestro della merce. I finanzieri di Cefalù, in due distinte operazioni, hanno sequestrato oltre duecento profumi pericolosi perchè sprovvisti dei requisiti tecnici previsti del codice del consumo che impone l’obbligo di  riportare le informazioni per l’uso. In particolare, le fiamme gialle hanno sequestrato a un commerciante di Campofelice di Roccella e a una ditta operante nel settore della cura della persona di Cefalù due stock di profumi pronti per essere venduti privi dei minimi riferimenti previsti dal regolamento CE n.1223/2019, che tutela la salute dei consumatori. I due commercianti adesso rischiano di pagare fino a 4mila euro di sanzione amministrativa, dopo che i finanzieri hanno fatto comunicazione all’Assessorato Regionale delle Attività produttive della Regione Sicilia, organo deputato a riscuotere la multa e ad emettere l’eventuale ordinanza di confisca.