Come mangiare le lenticchie per abbassare l’indice glicemico? Ecco il trucchetto della nonna

Alcuni esperti consigliano di mangiarli insieme alla pasta. Le lenticchie fanno in modo che i carboidrati della pasta siano assorbiti lentamente. In questo modo gli zuccheri non si riversano subito nel sangue e si evitano i picchi di glicemia subito dopo il pasto.

Come abbassare la glicemia con le lenticchie?

Una ricerca canadese ha scoperto che aumentare la quota di lenticchie nella dieta può abbassare i livelli di glucosio post-prandiale. Lo studio ha verificato gli effetti della sostituzione parziale di alcuni comuni carboidrati con le lenticchie. Sostituendo, per esempio, metà porzione di riso, la glicemia ematica diminuisce fino al 20%. Anche le patate sostituite in parte con questi legumi portano a una riduzione del 35%.

Chi ha la glicemia alta può mangiare le lenticchie?

Molti studi hanno dimostrato che questi legumi e tutti gli altri semi delle leguminose hanno effetti benefici per questa patologia. Ridurre il livello di glucosio, specialmente nel momento del picco glicemico post-prandiale, è un obiettivo importante per la dieta dei diabetici e per la prevenzione della malattia diabetica. Le lenticchie fanno assorbire più lentamente i carboidrati. In questo modo non si verifica un picco di glucosio. Avere alti livelli in un periodo di tempo limitato può portare a cattiva gestione della patologia. Mangiare le lenticchie può ridurre tale rischio.

Quale verdura abbassa la glicemia?

Gli asparagi possono essere d’aiuto a chi soffre di diabete. Diminuiscono la concentrazione di zuccheri nel sangue e stimolano il pancreas a produrre più insulina. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Università di Karachi, in Pakistan, che hanno osservato gli effetti della somministrazione di estratto di asparagi sul metabolismo. E’ in grado di abbassare la concentrazione di zuccheri nel sangue. Ad alte dosi agisce anche sul pancreas, stimolando una maggiore produzione di insulina. Si pensa a un effetto anti-diabetico degli asparagi. Il loro consumo potrebbe essere indicato per chi soffre di diabete di tipo 2, per migliorare il controllo della malattia

Quali sono i benefici delle lenticchie?

Sono indicate per chi soffre di anemia, affaticamento fisico e mentale e denutrizione. Sono ricche di fibre e quindi facilitano il transito intestinale. Possiedono antiossidanti, utili per contrastare l’attività dei radicali liberi. Ecco alcuni dei benefici più importanti:

  • Aiutano nel controllo del peso.
  • Abbassano il colesterolo e la pressione.
  • Aumentano il tono energetico.
  • Migliorano la salute del colon.
  • Prevengono l’arteriosclerosi e sono utili contro la stitichezza.