Il ruolo delle ferrovie nella Seconda Guerra Mondiale

Associazione Culturale Amarganta. “Il ruolo delle ferrovie nella seconda guerra mondiale” di  Michele Antonilli, Mario Pietrangeli.

«Raccontare la Storia attraverso il treno questa è la validità, l’originalità, la peculiarità del “Ruolo del Treno nella Seconda Guerra Mondiale”. Il treno come mezzo di comunicazione è noto a tutti, lo è molto meno in una collocazione storica, luogo dove si sono svolti avvenimenti famosi come paci, diktat, abdicazioni, incontri politici ad alto livello, viaggi segreti, eventi bellici che si sono verificati lungo le strade ferrate. L’epopea del Treno nella Seconda Guerra Mondiale è raccontata con passione in questo saggio avvincente come e più di un romanzo.

Accordi politici, fughe precipitose, viaggi segreti, eventi bellici, rivoluzioni: il treno nella Seconda Guerra Mondiale è spesso andato ben oltre il suo ruolo di semplice mezzo di locomozione per fare da sfondo ai più diversi avvenimenti storici. Questo saggio ripercorre una serie di eventi della Seconda Guerra Mondiale che hanno avuto le strade ferrate e i convogli ferroviari come protagonisti.

Tra gli eventi degli anni Trenta c’erano le visite dei dittatori l’uno nel paese dell’altro. Ciano scrisse sul suo diario: “Preparo di persona la visita del Duce in Germania – si legge in data 27 agosto 1937 – Oggi ho approvato la prima bozza del programma. Ho raccomandato a Storace, Alfieri e Sebastiani la scelta delle persone al seguito. Curarne le uniformi. Dobbiamo apparire più prussiani di loro”. In un libro dedicato al treno nella Seconda Guerra Mondiale non può mancare naturalmente un capitolo dedicato al tragico ruolo svolto dalla ferrovia per mettere in pratica la ‘soluzione finale’ che i nazisti elaborarono cinicamente per sterminare gli Ebrei. Per il futuro è opportuno confidare e sperare nella saggezza dell’umanità, essa solo può permettere alla ferrovia di svolgere la missione per la quale è stata creata: unire gli uomini oltre le frontiere e portare il suo contributo nel trasporto e nello scambio internazionale. La vera vocazione dell’uomo è applicabile ugualmente alla ferrovia: se deve essere soldato, essa lo diventa. Ma non sarà mai questa la sua vera faccia e la sua vera missione».

 

 

Michele Antonilli

Il dott. Ing. Michele Antonilli figlio di ferroviere è laureato in Ingegneria Elettrotecnica presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza, ed è docente di Elettrotecnica e Applicazioni presso un istituto d’istruzione superiore. Ha collaborato con l’Università La Sapienza di Roma, è stato docente di corsi per il conseguimento dell’European Computer Driving Licence (ECDL). Ѐ autore di pubblicazioni e articoli tecnici e storici che hanno ricevuto premi nazionali prestigiosi.

Mario Pietrangeli

Il Generale della riserva Mario Pietrangeli, figlio di ferroviere, è nato a Gubbio (Perugia). Risiede a Besozzo VA Lombardia. È un Generale dell’Arma del Genio della specialità ferrovieri (in pensione) dell’Esercito, entrato all’Accademia Militare di Modena nell’ottobre 1978 (160° corso), ha conseguito una laurea in Scienze Strategiche con il relativo Master presso l’Università di Torino e in seguito la Laurea in Scienze Diplomatiche e Internazionali presso l’Università di Trieste. Ha ricevuto premi per le sue pubblicazioni (tra l’altro a Milano nel 2015 ha ricevuto il premio UNUCI Paladino della Memoria). Nella sua lunga carriera militare ha comandato anche le unità militari ferroviarie: la compagnia genio ferrovieri; il 1° Battaglione Genio Ferrovieri e il Reggimento Genio Ferrovieri. Da Comandante di Battaglione e di Reggimento ha partecipato con le sue unità alla ricostruzione della rete ferroviaria nei Balcani. Per tali attività ferroviarie militari ha ricevuto la Benemerenza del Comune di Fara in Sabina RI e del Rotary di Gubbio PG nonché del maggio eugubino. “Con Amore Antico, Fiduciosi nel Presente, Guardando Lontano”.

 

Info:

http://www.amarganta.eu/saggistica/il-ruolo-delle-ferrovie-nella-seconda-guerra-mondiale/

Per l’acquisto, scrivere ad associazioneamarganta@gmail.com

Info:

www.amarganta.eu  

 

Bibliografia:

Michele Antonilli, Mario Pietrangeli, “Il ruolo delle ferrovie nella prima guerra mondiale”, Amarganta, 2018.

Michele Antonilli, Mario Pietrangeli “Il fischio del vapore e gli echi delle battaglie. Strade ferrate e Risorgimento lungo la valle del Tevere”, Amarganta, 2020.

Michele Antonilli, Mario Pietrangeli, “Il ruolo delle ferrovie nella seconda guerra mondiale”, Amarganta, 2022.

 

Giuseppe Longo
giuseppelongoredazione@gmail.com
@longoredazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.