Targa Florio: partita la seconda giornata con Crugnola protagonista. Il programma di oggi

Oggi, sabato 7 maggio, la conclusiva, intensa e lunga giornata che si articolerà su 6 prove speciali per CIAR e CIR Auto Storiche. Non verranno infatti affrontati i 3 passaggi sulla “Scillato-Polizzi”, prova cancellata a causa dei danni alla strada provocati dal maltempo. Dalle 9.30 poi ci saranno le sfide della Coppa Italia Rally 8^ Zona che disputeranno 6 crono fino al traguardo sul Belvedere Principe di Belmonte a Termini Imerese dalle 17.30, poi l’arrivo del CIAR dalle 19.45 e infine il CIRAS dalle 20.45.
Intanto Andrea Crugnola ha vinto le prime due prove speciali della giornata. E si mette alla caccia di De Tommaso. Questo il programma di oggi:

Ora Km Leader prova Leader generale
07:59 SS4 TRIBUNE 1 6.30
1
2
 Damiano De Tommaso
Live 08:25 SS5 TARGA 1 10.70
1
2
 Damiano De Tommaso
SS6 SCILLATO-POLIZZI 1 14.99
Prova cancellata
Prova cancellata
13:11 SS7 TRIBUNE 2 6.30
13:37 SS8 TARGA 2 10.70
SS9 SCILLATO POLIZZI 2 14.99
Prova cancellata
Prova cancellata
18:23 10 SS10 TRIBUNE 3 6.30
18:49 11 SS11 VINCENZO FLORIO 1 8.55
12 SS12 SCILLATO-POLIZZI 3 14.99
Prova cancellata
Prova cancellata

Così Ieri
Nel giorno del 116° compleanno della Targa Florio, la gara automobilistica più antica del mondo ha preso il via della sua 106^ edizione dal porto di Termini Imerese. A salutare i protagonisti del terzo round per il Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco ed il Campionato Italiano Rally Auto Storiche il Presidente della Commissione Rally ACI Sport e Delegato/Fiduciario regionale Daniele Settimo, che ha alzato il tricolore per gli equipaggi al via, insieme a Maria Terranova, prima cittadina di Termini Imerese ed altri rappresentanti delle Amministrazioni pubbliche e Forze dell’Ordine.
Dopo le tre prove speciali affrontate per la prima sezione del rally, la breve Power Stage “Nino Vaccarella” (2,15 km) seguita dal doppio passaggio sulla “Cefalù” (14,75 km), al comando della classifica assoluta ci sono Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone su Skoda Fabia Rally2, con il tempo complessivo di 20’56.2. Decisivo l’ultimo scratch di giornata che ha mandato il varesino al riposo notturno in vantaggio, seppur minimo, sui diretti avversari nella corsa al vertice per questo terzo round tricolore. Secondo posto provvisorio con un distacco di 2.8’’ per Fabio Andolfi e Manuel Fenoli, su altra Skoda, al debutto sulle strade delle Madonie ma subito efficaci soprattutto nella seconda prova speciale “Cefalù”, dove hanno piazzato il miglior crono. Guadagnano la terza posizione sull’ultimo tratto cronometrato Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, ultimi vincitori della Targa Florio, su Hyundai i20 Rally2 con un gap di 4.2’’ da dal vertice.
Dopo una partenza al vertice, sul finale di giornata scivolano in quarta posizione Andrea Crugnola e Pietro Ometto, a bordo di Citroen C3 Rally2, che accusano un ritardo di ben 15’’ nella terza speciale e chiudono al rientro in assistenza con un distacco di 14.3’’. I leader del campionato infatti avevano fatto il pieno di punti (3) con lo scratch nella Power Stage, davanti agli stessi De Tommaso (2pt) e Andolfi (1pt).
Ottimo avvio per uno dei piloti di casa, il giovane palermitano Alessio Profeta con Rosario Merendino su Skoda Fabia a 20.1’’ di distacco, seguito dalle vetture gemelle di Stefano Albertini e Danilo Fappani a 28.4’’ e di Giacomo Scattolon e Giovanni Bernacchini a 34.1’’. Appena due decimi indietro l’idolo locale e plurivincitore della Targa Totò Riolo con Maurizio Marin su Volkswagen Polo, a 34.3’’. Completano la top ten assoluta la Skoda di Tommaso Ciuffi, con Nicolò Gonella e la VW Polo di Rudy Michelini, affiancato da Michele Perna.
Iniziata anche la massiccia copertura live dell’evento con il crono inaugurale “Nino Vaccarella”, trasmesso tutto in diretta su RAI Sport ed ACI Sport TV. Ma ancora molte ore di copertura sono riservate all’evento organizzato da AC Palermo con il supporto diretto di ACI Sport. La giornata d’apertura è stata condizionata da un meteo troppo severo, dopo che il forte vento di scirocco ha lasciato il posto a forti piogge, che hanno anche provocato danni in diversi luoghi. (Foto GS)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.