Niente galleria di sfollamento: interviene Cefalùnita

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo una nota del movimento «Cefalùnita» sull’annuncio che allo Spinito non si costruirà più la galleria di sfollamento.

Apprendiamo dalla stampa che, per la realizzazione della fermata sotterranea ferroviaria, non sarà più necessaria la “galleria di sfollamento”. Questo pare sia il risultato di un incontro al vertice, tenutosi a Roma, tra tutte le parti interessate alla realizzazione dell’opera pubblica, compresi i rappresentanti dell’amministrazione comunale cefaludese e il Sottosegretario alle Infrastrutture, on. Simona Vicari, che ne ha dato diretta comunicazione.
La notizia non può che rallegrare l’intera comunità cefaludese viste le notevoli “perplessità” sollevate in ordine alle problematiche di sicurezza riguardanti la staticità degli edifici sovrastanti la zona ove era stata individuata la galleria di sfollamento.
Problematiche e criticità evidenziate, dapprima, da cittadini e tecnici locali e, poi, fatte proprie anche dai consulenti nominati dal Comune di Cefalù. Resta il rammarico, in questa vicenda, di un precedente mancato coordinamento e di una mancata sinergia tra l’amministrazione comunale e i massimi rappresentanti istituzionali del nostro territorio che, di certo, avrebbe consentito un iter molto più rapido e razionale per addivenire ad una soluzione condivisa. La riprova del tavolo tecnico romano conferma che, innanzi a problematiche di grande respiro per il territorio non soltanto comunale, va rimossa e messa da parte ogni posizione di contrapposizione personale nell’interesse della città e della propria Gente.