La capolista Valmontone cade nella notte magica di Cefalù e della Zannella

E’ stata una partita pressoché epica quella giocata ieri al PalaIgnazioCefalù tra la Zannella Basket e la Virtus Valmontone, capolista della serie B di pallacanestro e imbattuta in trasferta dalla 7° giornata.
Le due compagini, seppur con obbiettivi di classifica necessariamente diversi, hanno dato vita ad uno spettacolo che il pubblico di Cefalù non dimenticherà molto in fretta, e che rilancia i biancoazzurri nella corsa playoff.
Come spesso accade in casa, la Zannella basket parte forte e prende il comando delle operazioni grazie ai primi due punti dal campo di Sodero (5-2), gli ospiti non ci stanno e fanno la voce grossa non appena si sveglia il proprio miglior giocatore, Luca Bisconti.
Il roccioso centro, tra i migliori nella categoria, si sblocca con una tripla fronte a canestro, non proprio il pezzo forte del repertorio e impatta il match a tre minuti dall’inizio.
A metà primo quarto la maggior qualità degli ospiti sembra poter prevalere con i Valmontonesi che vanno a segno con tutti gli uomini sul parquet, De Fabritiis, Carrizo e Caceres producono il primo allungo ospite (9-17). All’uscita dal time out gli uomini di Ciaboco riescono a chiudere le maglie difensive, anche complice una difesa durissima su Bisconti sul quale spesso e volentieri vengono spesi falli per limitarne i danni.
Ad inizio secondo quarto la partita ritorna sul piano dell’equilibrio, sempre Sodero prima, Biordi poi, accorciano ancora le distanze fino a superare la corazzata romana, a 7 dall’intervallo lungo, con una tripla di un monumentale Paparella (25-23).
Gli ospiti però non ci stanno e sul ribaltamento di fronte e Carrizo a centrare il bersaglio grosso e ammutolire il palaIgnazioCefalù (25-26).
Il quarto si spegne sul piano dell’equilibrio e il punteggio 34-34 è figlio di una parità sostanziale tra le due compagini tra le quali nessuna riesce a prendere il largo.
Il terzo quarto, spesso fatale per la Zannella Basket si apre nel segno di Malagoli che realizza da tre sfidato al tiro da Bisconti, Caceres fa due su due ai liberi (41-40), Paparella colpisce ancora dalla distanza e poco dopo viene bissato ancora da Malagoli che fissa il punteggio sul 47-42.
Quando gli ospiti non perdono mai contatto emerge la caparbietà ed il talento di Marco Mollura, vero trascinatore dei suoi.
Il trapanese anche se non molto preciso al tiro, si sacrifica nelle due metà di campo e si rende protagonista di una partita straordinaria.
Sua la tripla del 50-45, poi dopo i due liberi di Bisconti, strappa un rimbalzo offensivo fondamentale e lo converte in due punti che mantengono i biancoazzurri in controllo e regalano ai presenti la speranza che compiere l’impresa non sia impossibile.
Ad inizio quarto periodo il punteggio è ancora in parità grazie a due punti di Martino, lo stesso esterno romano con ½ in lunetta porta di nuovo in vantaggio gli ospiti (56-57).
I biancorossi di coach Origlio vanno a +3 con canestro e fallo su Bisconti a quattro minuti dal termine (65-68) ma da quel momento, complice anche il cambio di difesa da uomo a zona, non realizzeranno più alcun canestro, lasciando così strada spianata all’ultima decisiva rimonta dei normanni.
Sodero, pienamente recuperato dopo un inizio dei migliori, spacca la difesa con un terzo tempo che vale il -1, Biordi dalla lunetta effettua il sorpasso, Paparella firma l’allungo che risulterà decisivo (71-68).
Per la guardia italo argentina, adesso in cabina di regia dopo la cessione di Losi, il tabellino recita 24 punti, 5 assist e 5 rimbalzi con un ottimo 4/6 da tre, ma soprattutto canestri nei momenti topici della gara.
Il finale è un tripudio come non succedeva da tempo al geodetico di Cefalù, la Zannella basket vince e torna a far sognare i suoi sostenitori con il punteggio di 75-68.
Per Valmontone è una sconfitta che pesa perché viene superata da Napoli in vetta alla classifica, si allontana invece dalla zona playout Cefalù che ora ha 4 lunghezze di vantaggio su Patti quintultima e prende posto nel gruppo di squadre che in questo momento lottano per le ultime piazze valide per i playoff.

CUORE NAPOLI 32,
VALMONTONE 30,
PALESTRINA 30
CASSINO 26
BARCELLONA 24
LUISS ROMA 20
FORLI’ 20
SCAURI16,
TERAMO* 16,
CEFALU’ 16
CATANZARO 16
PATTI 12
VIS NOVA ROMA 10
STELLA AZZURRA ROMA 8
VITERBO 6
MADDALONI 2.