Amianto: sulle Madonie solo 9 comuni sanno dove si trova

Sulle Madonie l’amianto vive ancora senza problemi. I molti casi non si sa neppure dove si trova e per questo è ancora più insidioso. Stenta a decollare, infatti, la legge 10 del 2014 che avrebbe dovuto rendere la Sicilia tra le Regioni più all’avanguardia d’Italia. Nell’Isola, infatti, hanno redatto il Piano comunale dell’amianto solo 63 amministrazioni delle 390 che vi operano. Il dato è stato diffuso dal sito meridionenews.it

Ad essersi attivati tra i capoluoghi, sono stati soltanto Palermo, Siracusa e Caltanissetta. Nel Palermitano, ad avere consegnato il piano all’Ufficio speciale Amianto sono stati solo diciotto comuni. Di questi solo nove si trovano sulle Madonie: Blufi, Campofelice di Roccella, Castellana Sicula, Collesano, Gangi, Geraci Siculo, Petralia Soprana, Polizzi Generosa e Sclafani Bagni. A questi sono da aggiungere anche Alimena e Valledolmo. Grande assente la città di Cefalù. Nello scorso mese di ottobre il MeetUp Cefalù ha diffuso una nota indirizzata a Sindaco e consiglieri comunali proprio sulla necessità di redigere il piano comunale in materia di amianto.

I piani comunali amianto sono una sorta di censimento, sulla base di quanto autodenunciato dai cittadini senza incorrere in sanzioni, dell’amianto presente nel territorio comunale: dai serbatoi per l’acqua potabile, alle tubazioni, passando per le canne fumarie, i rivestimenti, o le coperture. Una volta individuati i singoli edifici in cui si trovano manufatti e materiali contenenti amianto, la legge fornisce le indicazioni per l’adozione di misure volte alla prevenzione ed al risanamento ambientale, prevedendo un coordinamento tra le procedure di competenza dei rami dell’Amministrazione regionale, dell’ARPA, delle ASP e degli enti locali. Inizialmente era anche previsto un fondo regionale che avrebbe consentito di contribuire alle spese dei privati nella rimozione dell’amianto. Ma visto che in due anni la stragrande maggioranza dei Comuni siciliani non si è ancora attivata, quei fondi sono stati spesi per altro.