Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa sono e come funzionano le piattaforme di trading online
Cefalunews

Cosa sono e come funzionano le piattaforme di trading online

Cosa sono e come funzionano le piattaforme di trading online?

Internet ha influito positivamente sulle nostre vite e ha facilitato le attività quotidiane, più o meno complesse. Azioni burocratiche, pratiche commerciali o attività molto semplici, come gli acquisti online.
Non poteva, quindi, non trarne vantaggio anche il sistema finanziario. È nato così il trading online.

Cos’è il trading online?

Il trading online, conosciuto anche come TOL, è una pratica finanziaria introdotta in Italia nel 1999, finalizzato a rendere più semplici, più veloci e, perché no, più comode, le azioni effettuabili in borsa.

Chi ha bisogno di investire in borsa e svolgere tutte le attività ad esso legate, può utilizzare delle specifiche piattaforme di trading.

Va, tuttavia, sottolineato come un sistema nato per semplificare non significhi anche accessibile a chiunque. Il trading online resta, infatti, per lo più di competenza di esperti, o di chi vuole seriamente approcciarsi alle azioni borsistiche.
La seguente, si presta ad essere una guida dettagliata ed esplicativa per chi ha necessità e interesse a conoscere questo ambito, prima di decidere se addentrarvisi o meno.

Per ancora maggiori informazioni, leggi questa guida sulle piattaforme di trading online.

Trading online: come iniziare

Innanzitutto, si consiglia di utilizzare, specialmente se alle prime armi, dei Broker che forniscono conti demo gratuiti. Verrà, cioè, fornito un credito fittizio, con cui si potrà fare esperienza, in maniera del tutto sicura, senza reali perdite e guadagni. I rischi, per chi non è del mestiere, sono dietro l’angolo e in questo modo si riesce almeno a valutare meglio le opportunità che offre il trading, imparando a valutare meglio i rischi, nello stesso tempo.

Si consiglia di iniziare seriamente azioni di trading effettive solo quando ci si sente pronti e sicuri. Per farlo, occorrerà scegliere accuratamente un broker che sia semplice da utilizzare. È importante che ci si senta a proprio agio con la piattaforma, che la si conosca bene. Ancora più accurata, è la possibilità di confrontare diverse piattaforme di trading, proprio grazie ai loro conti demo.

I vantaggi del trading online

Il trading online è un modo per velocizzare e facilitare operazioni di mercato e con sè porta anche diversi vantaggi:
  • Controllo in tempo reale: avere a che fare con questo sistema significa aver un controllo su tutto ciò che succede nella massima trasparenza. Si possono verificare tutte le azioni in corso personalmente, avendo un’efficace e visibile panoramica sugli investimenti e i loro sviluppi. Il tutto ovviamente, in tempo reale.
  • Rollover: il trading online conferisce anche la possibilità di poter prolungare la scadenza di un’azione in caso di perdita. Spesso tale azione richiede un costo aggiuntivo, ma è comunque una sicurezza ulteriore.
  • Profitti maggiori e perdite limitate: con il trading online, un investimento finito bene si può tradurre in un guadagno fino all’85%, mentre, grazie anche a valutazioni fatte a priori, è possibile, in caso di perdita, un rientro del 10% da parte del broker.
  • Mobile responsive: il maggior vantaggio del trading online è la sua comodità. Infatti, per controllare ogni operazione, basta un PC da casa o in qualunque altro luogo. Molte piattaforme, inoltre, sono a disposizione in modalità mobile responsive, cioè facilmente utilizzabili e adattabili su smartphone.

Cosa occorre per iniziare il trading online

Per iniziare un’attività di trading online occorrono requisiti non solo a livello di conoscenze tecniche ma anche personali e mentali, come ad esempio:

  • ottima valutazione dei rischi
  • ottima capacità di self control
  • capacità e conoscenze finanziarie
  • capacità di fissare degli obiettivi.

Non vanno assolutamente sottovalutate le prime due, poiché il sistema finanziario necessita di questi requisiti. Quando non si parla più di utilizzo del conto demo, infatti, bisogna avere molto sangue freddo.
Calcolare il rischio eventuale prima di commettere errori, può essere di grande aiuto e molto spesso salvare una situazione e prevederla in tempo.

Il self control, invece, è necessario, poiché il trasporto emotivo può divenire fatale: l’emotività diventa rischiosa quando offusca la capacità di valutazione dei rischi. E può compromettere e surclassare anche indiscusse conoscenze finanziarie.

Fissare degli obiettivi, infine, è indispensabile poiché bisogna aver chiare le idee per poter realizzare ciò che ci si è imposti e, soprattutto, per poter scegliere le eventuali azioni finalizzate a raggiungerlo. Anche per questo occorre avere una certa esperienza e avere ben a mente un obiettivo ottimizza le prestazioni.

La scelta del broker

Prima di iscriversi a una piattaforma di trading online, occorrerà iscriversi ad un broker. Ovvero, si dovrà scegliere un intermediario. Attenzione: in questo caso non si tratta di un ostacolo ma di una vera e propria forma di sicurezza e appoggio stabile, soprattutto se questo non è il nostro mestiere.

Esistono due tipologie di broker:

  • il primo si occupa per lo più di fare da semplice intermediario: si preoccuperà di passare i dati tra il cliente e l’azienda che si occupa dell’esecuzione delle azioni sul mercato.
  • la seconda tipologia di broker sono i market marker, cioè coloro che “fanno il mercato”: il loro guadagno sta nello spread tra il prezzo denaro (il prezzo da comprare, se disposto a farlo) e il prezzo lettera (quello di vendita). Per questo motivo, broker di questa tipologia sono gratuiti, anche perchè il trading online è una pratica gratuita per la quale non avrebbe senso affidarsi ad un broker a pagamento. E secondo, per dirla chiaramente, guadagnando sullo spread, questi broker possono permettersi di essere gratuiti.

Prima di scegliere un broker affidabile, è bene leggere le recensioni e affidarsi a quelli più noti e certificati, così da evitare truffe.

Scegliere la giusta piattaforma di trading online

Anche scegliere un’ottima piattaforma di trading online è indispensabile. Innanzitutto, è necessario affidarsi a una piattaforma sicura, regolamenta e (soprattutto) legale, autorizzate cioè da enti finanziari a poter agire nel mercato. Le principali regolamentazioni cui fare riferimento sono CySEC e CONSOB, ma ne esistono anche altre.

Un altro fattore indispensabile è la scelta di una piattaforma semplice, con la quale ci si sente da subito a proprio agio. Se la propria personalità sul lavoro e nella vita personale è più schematica e organizzata, allora anche la piattaforma dovrà rispecchiare queste caratteristiche. Non va mai sottovalutato, infatti, come il trader debba ascoltare la propria personalità e la propria attitudine (oltre che far leva sulle proprie capacità e intuizioni).

Rischi del trading online

Parlando di piattaforme di trading online non si può non parlare anche di rischi.
Uno dei primi è dovuto proprio al suo vantaggio primario, comodità e mobilità: dei pregi che possono diventare svantaggiosi nel momento in cui si è immersi in un ambiente soggetto a distrazioni. Le azioni borsistiche, si sa, non ne ammettono.

Inoltre, bisogna anche saper valutare la quantità di tempo da dedicare al trading; la comodità può far scorrere il tempo velocemente e far perdere totalmente la cognizione temporale.

Il rischio maggiore, inoltre, è, ovviamente, la perdita di denaro: i fattori appena accennati possono incrementare il rischio, portando a un azzeramento totale del conto investito; così come anche un uso amatoriale di piattaforme di trading.