Bere acqua della cottura di broccoli fa bene o fa male? Ecco l’incredibile risposta

Bere acqua della cottura di broccoli fa bene o fa male? Fa molto bene ma non tutti lo sanno. Buttare l’acqua con la quale sono stati cotti i broccoli è un vero sacrilegio. L’acqua della cottura dei broccoli, infatti, è ricca di nutrienti e vitamine. Per questo va conservata chiusa in un barattolo e riposta per qualche giorno in frigorifero. Al momento opportuno è da riutilizzare come brodo vegetale per risotti ma anche per cuocere la pasta con i broccoli oppure per buoni minestroni e ottime zuppe. Con la cottura dei broccoli, infatti, si perdono tanti benefici di questa pianta. Alcuni di questi benefici si perdono per sempre altri, invece, finiscono proprio in quella acqua con cui sono stati cotti i broccoli.

E’ sempre bene conservare acqua della cottura di broccoli? Bisogna stare attenti a che i broccoli siano biologici. In questa acqua, infatti, come le vitamine e i minerali, vi possono finire anche i pesticidi, gli insetticidi e gli acidi nitrici presenti nei broccoli e nella verdura in genere. Ecco perché è importante essere certi che sui broccoli non ci sia la mano di qualche pericoloso chimico. I broccoli sono una buona fonte di ferro, potassio, calcio, selenio e magnesio, nonché di vitamine A, C, E, K e una buona gamma di vitamine del gruppo B, incluso l’acido folico. I broccoli contengono antiossidanti che inibiscono il danno cellulare dei radicali liberi.

Quali sostanze dei broccoli si perdono in acqua? I broccoli sono ricchi di sali minerali e vitamine. Quando vengono cucinati alcune di queste sostanze restano nell’acqua di cottura. La vitamina C, per esempio, è sensibile alle alte temperature, per cui si perde del tutto in caso di cottura in acqua. È importante quindi consumare gli alimenti che la contengono crudi o poco cotti, utilizzando ad esempio centrifugati ed estratti. Per preservare il contenuto di vitamina C nei broccoli si consiglia di stare molto attenti al metodo di cottura. Questo influenza il contenuto di vitamina C dell’alimento e determina la perdita di elevate quantità di vitamina C.

Quali possono essere i benefici del bere acqua della cottura dei broccoli? La vitamina C è un potentissimo antiossidante capace di aiutare a combattere i danni della pelle causati dall’esposizione solare e dall’inquinamento. Questa stessa vitamina riduce le rughe e migliora la struttura generale della pelle. Inoltre la vitamina C svolge un ruolo essenziale nella formazione del collagene, il principale sistema di supporto della pelle. bere acqua di cottura dei broccoli può anche aiutare la digestione. Le fibre presenti nei broccoli hanno un effetto positivo sulla salute del sistema digestivo perché facilitano i movimenti intestinali e il corretto passaggio del cibo nell’intestino.

Chi non deve mangiare i broccoli? I broccoli sono ben tollerati e non hanno particolari controindicazioni. Ci sono, però, dei casi in cui è bene prestare maggior attenzione al loro consumo rivolgendosi al proprio medico. Anzitutto particolare attenzione devono prestare coloro che hanno problemi alla tiroide. I broccoli, infatti, contengono goitrogeni, sostanze che interferendo con il metabolismo dello iodio. Per questi possono anche inibire l’attività della tiroide, rallentando la produzione di ormoni negli individui più sensibili. Attenzione ai broccoli anche da parte di chi assume farmaci anticoagulanti. L’elevata quantità di vitamina K nei broccoli, infatti, può interagire anche con l’azione del farmaco.

Cambia impostazioni privacy
Torna in alto