Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi beve caffè tutti i giorni? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi beve caffè tutti i giorni? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi beve caffè tutti i giorni? Il consumo di caffè espone a diversi tipi di rischi. Il caffè aumenta la produzione di succhi gastrici nello stomaco. Chi ha problemi con ulcera, reflusso gastroesofageo o gastriti deve quindi stare molto attento. Il consiglio è di limitare i caffè giornalieri e di scegliere sempre un caffè con un’alta percentuale di “Robusta” che ha una basso grado di acidità. L’effetto tonico e stimolatorio del caffè quando se ne beve troppo può risultare dannoso per chi soffre di insonnia. Ecco che si possono avere vampate di calore e ipertensione. Eccedere nel bere caffè, quindi, può provocare sbalzi di pressione, tremori e tachicardia. Il caffè può portare, infine, anche all’insorgere di anemia e osteoporosi.

La caffeina del caffè tutti i giorni fa male? Anche piccole dosi di caffeina sono dannose ai cardiopatici con segni di insufficienza aortica. Sono dannose anche ai nevrotici, agli artritici, ai dispeptici, alle persone che soffrono di affaticamento fisico, agli affetti di aritmia extrasistolica, ai portatori di alterazioni degenerative dei vasi, agli arteriosclerotici per le eventuali brusche modificazioni cardiovascolari. La caffeina può fare male a chi ha problemi alla prostata o/e infiammazioni croniche della vescica. In poche parole la caffeina logora l’organismo. La caffeina infatti, anziché aumentare le forze, dà una sensazione di falsa energia che richiede uno sforzo maggiore. Il consiglio, quindi, è di stare sempre molto attenti.

Come ci si può disintossicare dal caffè? Il consiglio degli esperti è di aumentare il consumo di verdure e di fare in modo che siano presenti in ogni pasto. Occorre diminuire l’apporto di zucchero, carboidrati raffinati e sale in eccesso. Un altro consiglio per disintossicarsi è bere una o due tazze di tè alle foglie di ortica al giorno, per almeno sei settimane. Gli esperti dicono che dopo pochi giorni di disintossicazione dal caffè, ci si accorgerà che vivere senza caffè si può. Bere caffè è un’abitudine che a volte può sembrare impossibile abbandonare. In modo particolare quanti lo bevono al mattino e dopo i pasti.

Cosa succede quando non si beve più caffè? Ci si sente bene, energici, svegli, concentrati e attenti. ,Il proprio corpo sopporterà meglio i ritmi quotidiani ma allo stesso tempo si dormiranno sonni sereni. Gli esperti suggeriscono di ascoltare il proprio corpo per capire se la caffeina che si assume è troppa. Quando si hanno dei dubbi è sempre bene chiedere il parere del proprio medico di fiducia. Se non si vuole rinunciare alla bontà di una tazzina fumante ci sono infiniti prodotti ugualmente buoni ma senza caffeina. Se il sapore dell’espresso è il più buono al mondo si può scegliere un caffè decaffeinato.

Quali sono i benefici del caffè? La caffeina potenzia la memoria sia nel breve che nel lungo periodo. La caffeina è uno stimolante celebrale che rende sprizzanti e più resistenti alle fatiche giornaliere. Il caffè aiuta a migliorare le prestazioni atletiche e psicomotorie. Occorre però stare molto attenti alle giuste tempistiche. Un agonista ricorda di assumere il buon caffè almeno tre ore prima della competizione. Il caffè è uno stimolante della secrezione gastrica. Ha un’eccellente funzione digestiva dopo un pasto. Nel caffè oltre alla caffeina sono presenti altre sostanze antinfiammatorie, antimutagene e antiossidanti che proteggono i tessuti del corpo, dalle proteine tossiche.