Come bere la birra per dimagrire? Ecco il trucchetto della nonna

Come bere la birra per dimagrire? Il trucchetto della nonna per dimagrire con la birra è di abbinarla sempre con alcuni cibi. Se la birra viene bevuta insieme a dei formaggi magri, per esempio, il sapore intenso del luppolo fa diminuire l’azione dei grassi contenuti nei prodotti caseari. Se la birra, invece, viene bevuta insieme alla frutta o alla verdura, condita con olio extravergine d’oliva, aumenta l’effetto detox perché migliora l’assorbimento di vitamine e sali minerali. Effetti dimagranti si hanno anche quando la birra è bevuta insieme ai legumi. Attenzione, però, a non bere la birra con la pizza perché si ha l’effetto pancia gonfia. Il lievito contenuto nella birra rischia di fermentare nello stomaco insieme alla pasta, creando i gas intestinali.

Quali cibi abbinare per dimagrire? Bisogna abbinare ai carboidrati, una scelta proteica ed un bel contorno di verdure condite con olio extravergine di oliva. Per le proteine si può scegliere fra legumi secchi o pesce magro. Circa i carboidrati si potrà scegliere tra cereali integrali, riso integrale e pasta integrale, prestando sempre attenzione alle quantità. Riguardo le verdure si può scegliere fra melanzane, pomodori, zucchine, cavoli, cavolfiori e broccoli, insalate, verdure crude e cotte di stagione. Attenzione ai grassi. Il consiglio è di scegliere sempre l’olio extravergine di oliva. Un pasto così composto permette di avvertire meno la fame e non fa cadere nelle tentazioni di dolci e spuntini vari.

Quali cibi non vanno abbinati quando si vuole dimagrire? Bisogna evitare di mangiare proteine di diversa natura come carne e formaggio, uova e carne, uova e formaggio, uova e prosciutto. Così facendo, infatti, si rallenta la digestione di entrambe le proteine in quanto secondo i nutrizionisti ogni tipo di proteina ha bisogno di particolari enzimi che vengono attivati in specifiche condizioni di acidità. Chi vuole dimagrire deve preparare piatti semplici e con pochi ingredienti in modo da non sovraccaricare i processi digestivi ed evitando così la tanto detestata sonnolenza postprandiale. Attenzione anche alla caseina del latte che tende ad inglobare le proteine della carne rendendola indigeribile.

Quali sono i benefici della birra? La birra è un antitumorale, ha effetti positivi sul sistema immunitario, è un antiossidante che rallenta il processo di invecchiamento della pelle, protegge il cuore perché contrasta l’accumulo dell’omocisteina, potenzia la memoria e previene anche l’anemia. La birra, inoltre, potrebbe aumentare il livello di colesterolo buono, facilitare la digestione e la pulizia dei tubi digerenti, depurare l’organismo dai metalli pesanti ed eliminare anche l’alluminio dal corpo. La birra mantiene i reni in buona salute, rafforza le ossa, nutre e ammorbidisce la pelle e, infine, combatte l’insonnia grazie al suo contenuto di acido nicotinico e di lattoflavina.

Bere birra chiara o scura? La birra chiara è perfetta nei periodi più caldi perché è la classica birra che si può bere a cuor leggero perché non darà pesantezza di stomaco ed è perfetta per le grigliate e le giornate in compagnia. La birra scura è più pesante sia dal punto di vista alcolico che dal punto di vista digestivo. Per il suo alto volume alcolico tende a durare di più nel bicchiere. Difficile consigliare quale sia più buona fra la birra bianca e quella scura. Il solo consiglio che diamo è di berla con moderazione perché a birra è pur sempre una bevanda alcolica, perciò chi beve… beva moderato e …non guidi.