Quando mangiare gli spinaci per abbassare la glicemia? Ecco il trucchetto della nonna

Quando mangiare gli spinaci per abbassare la glicemia? Gli spinaci vanno mangiati crudi e possibilmente a cena per abbassare la glicemia. Possiedono un basso indice glicemico e sono capaci dunque di ristabilire l’equilibrio degli zuccheri nell’organismo. Tutto questo anche grazie ad una quantità di amidi che è alt bassa rispetto ad altre verdure. Gli spinaci, secondo i dati di alcune ricerche scientifiche, aiutano a prevenire il diabete. Un etto di spinaci se vengono mangiati ogni giorno possono ridurre del 14% il rischio d’insorgenza del diabete di tipo 2. Lo sostiene una ricerca dell’Università inglese di Leicester pubblicata sul British Medical Journal.  Gli spinaci contengono antiossidanti, vitamina C e sali minerali. Tutte sostanze che fanno bene e aiutano molto nella prevenzione del diabete.

Quali cibi mangiare per abbassare la glicemia? I mirtilli aiutano ad abbassare la glicemia. Uno studio pubblicato sul Journal of Nutrition ha dimostrato che basterebbe mangiare una manciata di mirtilli al giorno per fare produrre più insulina che è l’ormone secreto dal pancreas che regola il livello di zuccheri nel sangue. I mirtilli inseriti nella propria dieta, insomma, possono ridurre il rischio di sviluppare il diabete soprattutto in quelle persone che sono a rischio. Ad apportare questi benefici sono soprattutto i mirtilli rossi. Questo frutto contrasta l’aumento di peso e mantiene bassi i valori della glicemia e quelli del colesterolo che sono molto importanti nelle persone che soffrono di diabete.

Quali cibi evitare di mangiare quando si ha la glicemia alta? Quando si ha la glicemia alta non va mangiata la mortadella perché come tutte le carni lavorate possiede un indice glicemico molto elevato. Quando si ha la glicemia alta, infatti, il consiglio è di evitare di magiare cibi come la coppa, la mortadella, la pancetta di maiale, il capocollo, il prosciutto grasso, i salami suini e la salsiccia. La mortadella, infatti, è un insaccato “cotto” confezionato a base di carne suina, grasso, carne bovina e fegato. Tutte le carni sono ridotte a una sorta di crema mentre i cubetti di grasso sono preparati a parte.

Qual è il segreto degli spinaci? Il segreto del spinaci è la luteina che è una sostanza molto utile per la salute della retina e quindi degli occhi. Gli spinaci sono anche ricchi di vitamina A e di acido folico. Possiedono inoltre il nitrato che è una sostanza oggetto di recenti ricerche in quanto pare aiuti ad aumentare la forza dei muscoli. Attenzione perché quando vengono lessati perdono circa la metà delle proprietà nutritive. Ecco perché gli spinaci andrebbero mangiato freschi e crudi. Il consiglio è di mangiarli ad insalata. Se gli spinaci vengono lessati è bene sempre bere l’acqua di cottura.

Come riconoscere gli spinaci freschi? Gli spinaci freschi hanno un colore verde omogeneo, non hanno parti ingiallite e nemmeno zone ammaccate. Negli spinaci freschi i gambi sono intatti ed anche molto sodi. Molta attenzione bisogna prestare allo stelo se è fiorito e se presentano una presenza eccessiva di terra. Se così è significa che la produzione è assai scadente. Una volta acquistati gli spinaci freschi è bene sapere che si possono conservare nel frigo per 2-3 giorni. Vanno però conservati in un sacchetto di carta. Se con gli spanci si vuole preparare un’ottima insalata occorre prendere la loro parte centrale dei cespi insieme alle foglie più chiare che sono anche quelle più tenere. Per una insalata sono anche buoni gli spinaci novelli.