Disposizioni del Vescovo a seguito della cessazione dello stato di emergenza

A seguito della cessazione dello stato di emergenza (cfr DL 24 marzo 2022, n. 24); Vista l’ordinanza del Ministro della Salute del 28 aprile 2022 sull’utilizzo delle mascherine al chiuso, che recepisce le modifiche apportate, in corso di conversione, al decreto legge 24 marzo 2022, n. 24, recante Disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da COVID-19; Vista la Lettera inviata dalla Presidenza della CEI ai Vescovi del 15 giugno 2022;
Alla luce dei cann. 381 §1, 391 e 944 §2 del Codice di Diritto Canonico,
IL VESCOVO STABILISCE
1.  Si continui a osservare l’indicazione di igienizzare le mani all’ingresso dei luoghi di culto.
2.  In occasione delle celebrazioni non è obbligatorio, ma raccomandato l’utilizzo delle mascherine.
3.  È possibile tornare a usare le acquasantiere così come svolgere le processioni offertoriali.
4.  È consigliato ai Ministri di indossare la mascherina e di igienizzare le mani prima di distribuire la Comunione.
5. Le unzioni nella celebrazione dei Battesimi, della Confermazione e dell’Unzione dei Malati si possono effettuare senza l’ausilio di strumenti.
Cefalù, dal Palazzo Vescovile, 18 giugno 2022.
✠ Giuseppe Marciante
Vescovo di Cefalù