Cosa succede a chi mangia le albicocche con i pesticidi? Incredibile

Negli ultimi anni la contaminazione della frutta fresca da parte dei pesticidi più pericolosi è aumentata drammaticamente in tutta Europa. Uno studio condotto da Pesticide Action Network (PAN) Europe ha rilevato un aumento del 53% della contaminazione da parte dei pesticidi più pericolosi. I frutti più contaminati sarebbero le more (51%), le pesche (45%), le fragole (38%), le ciliegie (35%) e le albicocche (35%). Per le verdure, il sedano (50%), il sedano rapa (45%) e il cavolo riccio (31%).

Cosa succede se mangi frutta con pesticidi?

Molte persone non associano i pesticidi all’intossicazione alimentare. Questi contengono tossine che possono causare una serie di problemi di salute che includono proprio l’intossicazione alimentare. Mangiare frutta o verdura che è stata spruzzata con pesticidi può causare i seguenti sintomi: Crampi addominali, Vomito, Nausea, Diarrea, Mal di testa, Visione offuscata, Sentirsi debole e traballante, Stanchezza estrema. Questi sintomi compaiono spesso entro pochi minuti dall’esposizione a un pesticida, anche se in alcuni casi possono richiedere più tempo per svilupparsi.

Le albicocche sono ricche di pesticidi?

Sulle Albicocche sono stati trovati 33 pesticidi. Per questo il consiglio è di mangiarle bio. Alcuni siti consigliano di togliere la buccia alle albicocche per evitare di mangiare i pesticidi. Togliendo la buccia, però, si perderebbe una percentuale di antiossidanti compresa tra il 13 e il 48%. Conviene quindi non toglierla ma lavare per bene le albicocche ad evitare che vi si trovino i pesticidi.

I pesticidi sulla frutta sono dannosi per l’uomo?

I danni dei pesticidi, secondo quanto sostiene l’ONU, sono ormai dimostrati scientificamente: uccidono o fanno ammalare le persone, inquinano l’ambiente, limitano la biodiversità e destabilizzano l’ecosistema. I pesticidi sono tossici per tutti gli organismi viventi. Tutta colpa delle loro caratteristiche biochimiche. Queste sostanze si possono bio-accumulare nei tessuti animali. E’ necessario lavare in modo accurato la frutta ma anche la verdura. Va fatto con acqua corrente oppure con un ammollo in acqua e bicarbonato.

È sicuro mangiare cibi trattati con pesticidi?

Solo perché viene rilevato un residuo di pesticida su un frutto o una verdura, ciò non significa che non sia sicuro. Quantità molto piccole di pesticidi che possono rimanere dentro un frutto diminuiscono man mano che le colture vengono raccolte, trasportate, esposte alla luce, lavate, preparate e cotte. La presenza di un residuo di pesticida rilevabile non significa che il residuo sia a un livello non sicuro. Il Pesticide Data Program (PDP) dell’USDA rileva i residui a livelli molto inferiori a quelli considerati rischi per la salute.