Come mangiare il riso per abbassare l’indice glicemico? Ecco 3 ricette per chi ha il diabete

Per abbassare l’indice glicemico il riso va mangiato insieme alle verdure. In questo modo si riduce l’effetto negativo del riso sulla glicemia. Il consiglio è di scegliere il riso basmati. Possiede un IG inferiore grazie alla diversa composizione degli amidi.

Perché bisogna lavare il riso prima di cuocerlo?

Il riso è un alimento ad alto indice glicemico. Contiene zuccheri sotto forma di amido e questo contribuisce ad alzare la glicemia nel sangue. Per chi ha il diabete è necessario deamidare il riso. Per questo basta metterlo in ammollo per un paio d’ore in una ciotola con acqua fredda. Mescolare il riso di tanto in tanto. Cambiare l’acqua un paio di volte. Alla fine sciacquare il riso sotto l’acqua corrente prima dell’utilizzo. Completato il processo di deamidazione, scolare il riso versandolo in un colino.

Perché cucinare il riso con le verdure?

Le verdure e i legumi abbassano l’indice glicemico. Rendono più lento l’assorbimento degli zuccheri nel tratto intestinale. Questo grazie alle tante fibre solubili che apportano. Alcuni studi scientifici dimostrano che una dieta ricca di fibre solubili ha effetti benefici in chi ha il diabete. I carciofi sono ideali per le persone che soffrono di diabete. Sono ricchi di inulina che migliora il controllo del glucosio nei diabetici. Fra le verdure che abbassano l’indice glicemico anche la cipolla, le zucchine, Nelle sue foglie si trova la cinarina che favorisce la diuresi e la secrezione biliare. Utili in patologie come epatite e cirrosi

Come cucinare il riso per chi ha il diabete

Il nostro consiglio è di preparare un risotto con zucchine oppure un risotto con la cipolla o in alternativa il risotto con i fagioli. Il riso con le zucchine è ideale. Le zucchine possiedono pochi zuccheri complessi. Ecco perché hanno un basso indice glicemico. Assicurano un basso rilascio di insulina al momento dell’assimilazione. Sono verdure adatte per chi deve mantenere una glicemia bassa. Anche la cipolla va bene per chi ha il diabete. Basta pensare che l’estratto di cipolla associato alla somministrazione di metformina, un farmaco anti-diabetico, riduce in maniera significativa i livelli di glicemia. Buoni anche i fagioli. Non vengono assorbiti immediatamente dall’intestinoe per questo riducono l’assorbimento dello zucchero. Ecco perché evitano che la glicemia si alzi troppo.