Cosa succede a chi conserva la patata nel frigo? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi conserva la patata nel frigo? Se la patata viene lasciata in frigo senza alcuno accorgimento la bassa temperatura trasforma gli amidi in zuccheri rapidamente. La patata in questo modo diventa più dolce e rischia di marcire, la sua buccia diventa scura e la polpa non si può più mangiare. Per mantenerla bene, per avere una patata sempre buona e solida va conservata in un luogo buio e asciutto. Il modo migliore per avere la buona patata è di non metterla in contenitori ermetici. Va conservata nei sacchi a rete. In questo modo la patata ha l’aria non ammuffisce e non deperisce velocemente. Se poi si vuole evitare che la patata germogli ecco che occorre mettervi accanto una mela.

Perché sulla patata si forma la muffa? La muffa sulla patata dipende da come è stata raccolta ma anche dalle condizioni climatiche a cui è stata esposta la pianta. Il nome scientifico della muffa è Phytophthora infestans che comunemnete viene chiamata peronospora o peronospora. Si verifica in condizioni di bassa temperatura e quando vi è un’alta umidità. Sulle foglie di patata compaiono macchie marrone scuro. Sono più chiare quando sono secche e molto scure, invece, quando c’è un’elevata umidità. Sulla patata si possono vedere macchie marroni scure che influenzano la sua qualità. Le malattie della patata si possono sviluppare sui tuberi anche quando la parte aerea non mostra alcun sintomo.

Quali sono i benefici della patata? Abbassa i livelli di zucchero nel sangue. Migliora la sensibilità all’insulina. L’amido resistente che possiede aiuta a ridurre l’indice glicemico di un alimento. Favorisce il buon funzionamento dell’intestino e lo protegge dal cancro. La patata controlla l’assorbimento di colesterolo e zuccheri perchè apporta buone fibre alimentari. La patata promuove il buon funzionamento del metabolismo perchè contiene le vitamine del gruppo B. La patata favorisce lo sviluppo del sistema nervoso in quanto contiene i folati. Alcune sostanze che si trovano nella buccia della patata aumentano le difese antiossidanti e combattono infezioni, infiammazione e tumori. Contiene la quercetina che esercita funzioni cardioprotettive.

Come riconoscere la patata di qualità? Una buona patata è soda e pesante. Ha la buccia di colore uniforme. Se la buccia appare rugosa o ha delle imperfezioni non bisogna mangiare la patata. Bisogna controllare il colore per verificare la presenza di aree verdi. Se vi si sono zone verdi significa che vi è penetrata troppa luce solare. La zona verde della patata è tossica. Non bisogna mai mangiare la patata germogliata, riscaldata, bruciacchiata. In questi casi il consiglio è di assumerla per nessun motivo. Se si vuole mangiare la patata fritta scegliere quella con la buccia rossa e quella a pasta gialla.

Bisogna comprare la patata vecchia o quella novella? La patata novella è tipica della primavera. va raccolta entro giugno, prima che la buccia cominci ad indurirsi irreversibilmente. La regione italiana dove si produce più patata novelle è la Puglia. In questa Regione si contano almeno 3 tra le eccellenze italiane di questa specie. La patata novella si riconosce perchè più piccola rispetto alle altre. Ha una polpa più morbida e una buccia poco resistente. Per questo la buccia è anche semplice da rimuovere. La patata più buona è quella francese perchè di ottima pezzatura. Ha la buccia gialla screziata di viola.