Mela: ecco come mangiarla per combattere la stanchezza

Viviamo in una società dove portiamo avanti tanti impegni al giorno. Il luogo di lavoro ha ritmi frenetici. Sono poi tantissime le insidie che ci offre la vita. Tutto questo prosciuga la nostra energia fisica e mentale. E così spesso ci sentiamo stanchi ma non sappiamo che fare. La stanchezza non ci consente di affrontare gli impegni di tutti i giorni con positività e soprattutto con determinazione.

In questi casi molte persone vanno alla ricerca di un aiuto per fare crescere i propri livelli di energia. In tanti assumono integratori per battere la stanchezza. Non tutti sanno che la stanchezza si combatte a tavola. La mela non contiene grassi né proteine.

Apporta pochissime calorie e soprattutto contiene pochi zuccheri. Al contrario è ricca di sali minerali e delle vitamine del gruppo B. Ecco perchè la mela è il frutto migliore per combattere la stanchezza. In un etto di mela si trovano 4,6 milligrammi di vitamina C. Grazie a questa sostanza combatte il cortisolo che è l’ormone dello stress ma anche del crollo di emergia.

Per contrastare la stanchezza si possono anche prendere arance, fragole, kiwi, broccoli, spinaci, pomodori e peperoni. La mela va mangiata con la buccia.

Mela: ecco come mangiarla per combattere la stanchezza

Il modo migliore di mangiare la mela per combattere la stancehzza è di assumerla cruda e con la buccia. In questo modo si assimilano tutti i suoi preziosi nutrienti. Si può prendere a pranzo e a cena ma anche a colazione o per lo spunti pomeridiano. Non tutti sanno che la mela si può anche cucinare in padella.

Per questo occorre sbucciarla, toglierle il torsolo e tagliarla prima a spicchi e poi a quadretti. Metterli in una pentola con lo zucchero e mescolare. Mettere una padella sul fuoco. Farla scaldare e poi mettervi le mele. Farle cuocere per qualche minuto a fuoco alto. Abbassare la fiamma e andare avanti con la cottura per altri 10 minuti. Girarle per farle cuocere tutte. Una volta cotte aggiungere della granella di mandorle. Mescolare e servire. Si può mangiare calda, tiepida ma anche fredda. Si può accompagnare anche al gelato.

mela