Cefalù, calci e pugni contro i carabinieri: arrestato

Calci e pugni contro i carabinieri nei pressi del piazzale antistante la stazione ferroviaria. E’ accaduto sabato scorso quanto i militari della locale Stazione hanno arrestato per i reati di evasione, violenza, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali, il sorvegliato speciale Lisa Pasquale di Santo Stefano di Camastra. Insospettitisi per l’atteggiamento assunto alla vista della pattuglia, i Carabinieri lo hanno controllato ed hanno, così, accertato che Lisa si era arbitrariamente allontanato, al di fuori degli orari consentitigli per lo svolgimento di attività lavorativa, dal luogo in cui è sottoposto agli arresti domiciliari.

fotolisaQuando, dal controllo, i Carabinieri ne hanno accertata l’evasione, Lisa (nella foto a sinistra) si scagliava contro i Militari colpendoli con calci e pugni nel tentativo di dileguarsi. Immobilizzato non senza difficoltà e sottoposto a perquisizione personale, i Carabinieri hanno rinvenuto all’interno dello zainetto che aveva con sé due pistole scacciacani prive del tappo rosso, una semiautomatica completa di munizionamento a salve ed un revolver, un coltello a scatto del tipo stiletto e delle siringhe. Dichiarato in arresto, Lisa è stato tradotto presso la casa circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese a disposizione dell’Autorità Giudiziaria ed in attesa della celebrazione del giudizio direttissimo. In sede di convalida dell’arresto il Giudice ha disposto l’applicazione della misura cautelare in carcere.