Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Campofelice: minacce per Lanza che risponde su facebook
Cefalunews

Campofelice: minacce per Lanza che risponde su facebook

Una lettera anonima è stata recapitata a Gianni Lanza, rappresentante del movimento «Campofelice diventerà bellissima». Nella lettera il “suggerimento” a lasciare la politica cittadina altrimenti potrebbero accadere “cose” spiacevoli per Lanza e per tutta la sua famiglia. Lanza risponde sul proprio profilo facebook. «Non temo nulla per la mia persona, non mi può accadere nulla». Lanza dice di avere fatto denuncia presso gli organi preposti, e messo davanti gli occhi di un pubblico ufficiale il contenuto della missiva per le dovute indagini , senza alcun problema. «Pur non comprendendo il perché di questa particolare attenzione posta su di me – scrive Lanza – atteso che io nello scenario politico locale non ho alcun ruolo e/o carica istituzionale, non detengo spazi di potere, e preciso (a beneficio dell’idiota scrivano) non ho mai detto che sarò candidato Sindaco di Campofelice, a questo punto, però, mi debbo interrogare a chi possa dar fastidio un’ipotesi del genere, al punto tale da “invitarmi” a non fare più riunioni politiche, e principalmente perche, perchè? Campofelice non merita tutto questo, penso che questa comunità abbia già dato nel passato – e remoto e recente… – ora basta, spero che con questa mia si chiuda per sempre questa angosciante ed indecente stagione degli avvertimenti e delle intimidazioni».

Ecco il messaggio che Gianni Lanza ha pubblicato sul suo profilo facebook: Si, purtroppo è accaduto un fatto spiacevole, la lettera a cui ha fatto riferimento mio fratello porta con se un brutto messaggio, quello che secondo “qualcuno” la democrazia e la libertà di pensiero possano essere “oggetto” di baratto, di ricatti, o peggio ancora, possano essere annientate con una lettera anonima. Criminali anonimi… che pensano che si possa ancora oggi disciplinare, controllare, influenzare ed inquinare il confronto politico con le armi della minaccia e della prevaricazione. Anche questa volta avete fallito!
Credetemi, io non temo nulla per la mia persona, non mi può accadere nulla, questa notte “ho dormito con la finestra aperta”, fuor di battuta, non è un problema che afferisce alla mia incolumità, ma riguarda il sistema democratico di questo paese. L’angoscia che ho dentro è data proprio da questa riflessione e dal fatto di sapere che ci possano essere persone così spregiudicate, vicine a noi, che, per ragioni davvero incomprensibili, arrivino a porre in essere questi atti, rischiando pure la galera. Da Cittadino, rispettoso delle Istituzioni, con il supporto morale di mio fratello, ho fatto denuncia presso gli organi preposti, e messo davanti gli occhi di un pubblico ufficiale il contenuto della missiva per le dovute indagini , senza alcun problema.
Avevo l’obbligo di denunciare, sia per un fatto di Legge, che per alcuni valori di vita che provo a fatica ad applicare nel quotidiano, per rispetto di quel manifesto che campeggia dinanzi il mio Studio…, perché il silenzio è complicità, e poi per ricordare a questi pusillanimi che non sono un uomo ricattabile (per nessun motivo…) e non sarà mai la mano di un idiota vigliacchello a modificare il mio eventuale futuro impegno politico, la mia libertà di pensiero ed il mio modo di essere, siete totalmente fuori strada! Pur non comprendendo il perché di questa particolare “attenzione” posta su di me, atteso che io nello scenario politico locale non ho alcun ruolo e/o carica istituzionale, non detengo spazi di potere, e preciso (a beneficio dell’idiota scrivano) non ho mai detto che sarò candidato Sindaco di Campofelice, a questo punto, però, mi debbo interrogare a chi possa dar fastidio un’ipotesi del genere, al punto tale da “invitarmi” a non fare più riunioni politiche, e principalmente perche, PERCHE’ ?
Campofelice non merita tutto questo, penso che questa comunità abbia già dato nel passato – e remoto e recente… – ora basta, spero che con questa mia si chiuda per sempre questa angosciante ed indecente stagione degli avvertimenti e delle intimidazioni.
Sentire l’indignazione del 99,99 per cento di questa meravigliosa comunità, compreso il Primo Cittadino che mi ha chiamato, è lievito per il mio umore, grazie, ma principalmente è la conferma che il nostro è e rimane un paese sano, nel quale vivo e lavoro con tanto piacere, tutti devono sapere cosa è Campofelice: Campofelice è un paese meraviglioso con gente fantastica che sa reagire e sa schiacciare questi vermi sotto i piedi!
Tutti insieme faremo capire a costoro (lo 0,01 per cento), ignari dei valori della legalità, della democrazia e della libertà, che sono solo dei vecchi ed usurati cadaveri, parassiti che vegetano e che meritano solo indifferenza, pietà, e spero anche qualche giorno di “vacanza”.
Lo faremo nella sobrietà seguendo solo gli insegnamenti e l’esempio di chi combatte quotidianamente – ed a riflettori spenti – tutte le forme d’illegalità (e realmente rischiando la vita): facendo il nostro dovere quotidiano nei posti di lavoro, nella vita, nelle relazioni umane, e magari, aggiungo io, buttare un occhio un po’ più attento nella vita pubblica del paese.
Ecco, questo è quello che mi piacerebbe che rimanesse di questa vicenda per tutti come “post-it”da mettere sulle scrivanie…
Infine rassicuro tutti, lo faccio da qui, sono tranquillo e per coerenza sul posto di lavoro.
Un abbraccio a tutti e grazie per i vostri pensieri.
Gianni