Allunga in vetta la Cephaledium

Girandola di emozioni al Santa Barbara di Cefalù con la capolista che ospita una ottima Acquedolcese, attardata sul gruppo playoff ma squadra di assoluto valore, sempre in partita e vicina a più riprese a fare bottino pieno.
Primi venti minuti di marca fortemente ospite con i messinesi che vanno in vantaggio al 10′ con Marandano, abile a sfruttare una palla persa a centrocampo e ad involarsi verso la porta di Fiduccia, quest’ultimo è poi battuto a seguito di un tiro a giro di sinistro che si insacca all’angolino.
Dopo il gol, flebile reazione della Cephaledium che viene ben imbrigliata a centrocampo, dominato, per 20 minuti dalla coppia Di Donato-Ceraulo.
Al 15′ sempre Marandano tira alto su suggerimento dalla destra di D’Amico.
La Cephaledium non produce altro che azioni da palla da fermo quando fin quando al 37′ Lo Coco lavora bene una palla in area di rigore, la scarica per Giampiero Clemente che segna facendo partire un collo pieno rasoterra che passa in una selva di gambe.
Sulle ali dell’entusiasmo per il pareggio padroni di casa soli rendono più incisivi.
Due minuti più tardi sempre Clemente imbocca Arlotta in area di rigore che si lascia ipnotizzare da Di Martino calciando centrale.

Seconda frazione intensa, con le due squadre che non si sono affatto risparmiate e che viene decisa da episodi.
Al 64′ il cefaludese Portera serve, dopo una sovrapposizione sulla destra un assist al bacio per Lo Coco che di piattone si divora la marcatura da pochi passi tirando a lato.
L’acquedolcese va vicina al colpo grosso al 71′ quando D’Amico, in un’azione identica a quella di poco prima, tira centrale il suo piattone a botta sicura sul quale Fiduccia è provvidenziale di piede.
La parità la sbloccano i normanni al 78′ , Mocciaro, neo entrato , svetta imperioso da calcio d’angolo nel cuore dell’area di rigore e fredda Di Martino.
L’ultimo assalto neroverde non produce altro che una conclusione di testa, alta, del grande ex Sferruzza, autore di una buona prestazione.
Il punteggio finale è un giusto 2a1 che proietta la Cephaledium in fuga solitaria a più 6 dall’Acquedolci, fermata per 2 a 3 in casa dal Torrenova.

Cephaledium: Fiduccia, Portera, Sanfilippo, Di Franco, Gatta, Sardina, Fazio, Arlotta, Lo Coco, Clemente G., Clemente M. All.: Giancarlo Ferrara. A disp.: Cassataro, Damiano, Alberti, Fiduccia D., Napolitano, Sanfilipppo, Prestigiacomo, Mocciaro, Zangara..
Acquedolcese: Di Martino, Caroniti, Ceraulo, Regina, Iannolino, D’Amico, Di Domenico, Sferruzza, Marandano, Castiglia. All. Buono. A disp.: Ricco,Nicolsi, Barca
Arbitro: Li Vigni di Palermo. Assistenti: Gugliandolo e Fiore di Messina
Reti: 11′ Marandano, 38 G. Clemente, 2t. 33′ Mocciaro