Andare a letto con il tablet non provoca insonnia: lo dice uno studio canadese

Chi usa telefonini e tablet prima di dormire non va incontro all’insonnia. Lo sostiene uno studio di un aUniversità canadese pubblicato sul “Journal of Sleep Research”. I risultati dell’indagine cambiano le carte in tavole. Insomma chi usa i propri dispositivi prima di dormire avrebbe già problemi a prendere sonno. Insomma secondo questo studio la colpa dell’insonnia non sarebbe dei telefonini e dei tablet ma del fatto che si soffrirebbe già in partenza di difficoltà ad addormentarsi. 

Lo studio ha analizzato la causa dell’insonnia di oltre novecento studenti legati dal fatto che passavano ore e ore nel letto a navigare, chattare e messaggiare. «Numerosi studi – commenta  Derk-Jan Dijk, editore della rivista – hanno individuato il nesso fra insonnia e uso dei tablet a letto sia per adolescenti sia per gli adulti. Ma cosa viene prima? L’uso dei media o l’insonnia? Per la prima volta gli psicologi della Brock University hanno condotto una ricerca che, a sorpresa, pare scagionare la tecnologia perché i problemi di insonnia precedono l’uso esagerato dei media. In futuro ci aspettiamo ricerche più precise, randomizzate e che includano anche gli effetti della luce emessa dai tablet sul meccanismo della veglia».

Image by PollyDot from Pixabay