Marco Carta non è stato arrestato: ecco cosa ha detto il giudice. Parla anche il cantante.

E’ stata immediatamente chiarita la posizione di Marco Carta che lo aveva visto arrestato ieri sera a Milano dopo essere stato colto con delle magliette del valore di 1200€. Ecco cosa ha detto il giudice:

“E’ stata chiarita la totale estraneità di Marco Carta. Il giudice non ha convalidato l’arresto e non ha applicato nessuna misura cautelare. Il fatto – ha aggiunto – è attribuibile ad altri soggetti, lui è totalmente estraneo, è stato acclarato dal giudice. Marco è una bravissima persona”.

Cosa era successo

Durante la sera del 31 Maggio, Marco Carta, in compagnia di un’altra ragazza, era stato sorpreso a rubare delle magliette in un centro commerciale di Milano. Secondo quanto è stato raccontato, infatti, il cantante che ha vinto Sanremo 2009 avrebbe staccato dalle magliette i controlli antitaccheggio senza accorgersi che ve ne fossero altri: puntualmente, all’uscita, sono scattati tutti gli allarmi ed i due sono stati arrestati per furto aggravato. Il processo per direttissima ha però scagionato Marco Carta.

Parla Marco Carta: ecco cosa ha detto

Il cantante sardo, arrestato ieri sera, ha subito parlato al termine del processo per direttissima che lo ha visto protagonista. “Un vecchio proverbio – sottolinea –  diceva ‘male non fare, paura non avere’, ho continuato a ripetermelo in attesa di vedere il magistrato e ho fatto bene a ripetermelo”.  Il giovane cantante poi aggiunge di aver sempre avuto fiducia nella magistratura e nel riuscire a risolvere nel bene questa brutta situazione. Presto sui social dirà tante altre cose.

Continua a leggere: