Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Bere acqua di salvia combatte il caldo e fa bene alla memoria? Cosa dice la scienza
Cefalunews

Bere acqua di salvia combatte il caldo e fa bene alla memoria? Cosa dice la scienza

Bere acqua di salvia combatte il caldo e fa bene alla memoria? Sì. La salvia, infatti, è un’erba in grado di contrastare la sudorazione eccessiva e di ripristinare i liquidi persi. Contiene, infatti, il tujone, una sostanza naturale che rende meno attive le terminazioni nervose che interessano le ghiandole sudoripare. La salvia è una pianta officinale molto conosciuta per le sue proprietà curative. Possiede le vitamine B1 e C, oli essenziali contenenti salvina, acido oleanolico, acido ursolico, acidi rosmarinico, glicemico e caffeico. Presenti anche enzimi e flavonoidi, oltre ad alte concentrazioni di tujoni e chetoni. La forte presenza di antiossidanti all’interno dell’acqua di salvia contrasta l’azione dei radicali liberi, sostanze responsabili dell’invecchiamento e di gravi malattie come il cancro. Alcuni studi  hanno dimostrato come bere regolarmente acqua di salvia contrasta la perdita di memoria a breve termine, uno dei primi sintomi dell’Alzheimer. Altri studi hanno dimostrato che la salvia può avere effetti positivi anche negli stadi più avanzati della demenza. La vitamina A, C e gli altri antiossidanti presenti in questa particolare acqua sono in grado di conferire alla pelle un aspetto più liscio.

Come si prepara l’acqua di salvia? Prendere 15 grammi di foglie e fiori di salvia per ogni litro di acqua. Portare ad ebollizione l’acqua. Mettere la salvia nell’acqua bollente. Spegnere e lasciare riposare per tre minuti. Aggiungere del succo di limone a piacere. Chi lo desidera può aggiungere anche un po’ di miele. Il sapore dell’acqua di salvia può essere un po’ amaro per qualcuno, ma tutto dipende dai gusti. Un litro di acqua di salvia basta per tre o quattro giorni. Quando si beve quest’acqua occorre mantenere una dieta ricca di frutta e verdura, soprattutto quelle che più aiutano a depurarsi e disintossicarsi. L’acqua di salvia può essere bevuta sia fredda che calda. Il consiglio è di consumarla la mattina a digiuno in modo da stimolare bene il sistema digestivo durante tutta la giornata. Si può lasciare in un recipiente chiuso o in una bottiglia in frigorifero.

Quali benefici apporta alla salute il bere acqua di salvia? Quest’erba è un ingrediente spesso presente in dentifrici e collutori a causa delle sue proprietà antisettiche. Bere acqua di salvia allevia le infezioni dentali come ascessi e gengive gonfie e sanguinanti. Può disinfettare il cavo orale in modo del tutto sano e naturale. La presenza di tannini nell’acqua di salvia stimola efficacemente la produzione di estrogeni,. Il suo uso, quindi, può essere utile per contrastate i primi sintomi della menopausa, come ad esempio vampate di calore, sbalzi di umore ed infezioni delle vie urinarie. Bere acqua di salvia, inoltre, favorisce direttamente la produzione dei succhi gastrici, aiutando la digestione e riducendo così gonfiori e dolori addominali. Altri organi che possono beneficiare del bere acqua di salvia sono il pancreas e il fegato. Si è, infatti, scoperto che bere con regolarità quest’acqua depura questi organi da scorie e tossine grazie all’azione congiunta di vitamine e antiossidanti. Gli antiossidanti, in particolare flavonoidi e tannini, presenti nell’acqua di salvia, in sinergia con le vitamine del gruppo  B e alcuni minerali come il ferro ed il rame, si sono rivelati utili anche nel controllare efficacemente la circolazione del sangue. Alcuni studi hanno evidenziato come, dopo almeno 4 settimane di consumo di tè alla salvia, lo LDL, o colesterolo cattivo, in pazienti predisposti ad alti livelli di colesterolo tenda a ridursi. Bere acqua di salvia è utile anche per prevenire e controllare gli attacchi di asma e, in generale, tutte le malattie delle alte vie respiratorie.

Share this