Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi smette di mangiare i formaggi? Risponde la medicina
Cefalunews

Cosa succede a chi smette di mangiare i formaggi? Risponde la medicina

Cosa succede a chi smette di mangiare i formaggi? A leggere quanto scrivono alcuni siti, anche famosi, quando si smette di mangiare formaggi si perde peso, l’organismo si purifica, la pelle diventa omogenea e lucente, le allergie diminuiscono, la digestione migliora. I formaggi sono considerati nemici numero due, dopo gli zuccheri, della dieta. «Se si è abituati a consumare  latticini giornalmente – spiega la dottoressa Angela Laurenza, nutrizionista di MioDottore.it – l’improvvisa eliminazione potrebbe stimolare nel nostro organismo sintomi simili a quelli dell’astinenza, provocando stanchezza e insonnia». Tutto questo perché sia i formaggi sia i derivati del latte sono classificati tra gli alimenti che generano dipendenza in quanto contengono particolari proteine, le caseine, che agiscono sul nostro cervello nella stessa maniera degli oppioidi.

Chi smette di mangiare i formaggi perde peso? Sì, almeno così sostengono alcuni dietologici. Eliminando i formaggi, infatti, si riduce il gonfiore addominale, il reflusso gastrico e il fastidioso senso di pesantezza. I formaggi, secondo alcuni nutrizionisti, sono alimenti particolarmente grassi. La percentuale di grassi varia da alimento ad alimento, da formaggio a formaggio. Una dieta senza formaggi favorisce la digestione più facilmente e riduce il senso di gonfiore che si ha normalmente quando si eccede nell’introduzione di grassi. Non mangiare più i formaggi, quindi, significa eliminare crampi, dolori allo stomaco, gonfiore, diarrea e nausea. Il consumo di latte è stato riconosciuto come potenziale causa scatenante della sindrome dell’intestino irritabile.

Chi smette di mangiare i formaggi ha una pelle più sana. Sono diversi gli studi scientifici che collegano il consumo frequente di formaggi a problemi della pelle, in particolare all’acne. Una dieta molto ricca di latte e formaggi arriva inevitabilmente ad intossicare l’organismo. Ecco perché anche la pelle nel tentativo di espellere le tossine in eccesso finisce per presentare macchie, arrossamente, brufoli, punti neri. La strategia migliore per guarire la pelle è adottare una dieta senza latte e derivati piuttosto che utilizzare prodotti dermatologici costosi e in genere anche molto aggressivi nel tentativo di liberarsi di acne e inestetismi vari.

Chi smette di mangiare formaggi riduce il rischio del cancro? Sì e la conferma arriva da alcuni studi scientifici pubblicati negli ultimi decenni. Uno studio ha rilevato che un alto introito di calcio derivante dai prodotti caseari può aumentare il rischio di cancro alla prostata in quanto provoca la diminuzione all’interno dell’organismo di un ormone che ha un’azione protettiva su questa ghiandola. Il latte, inoltre, potrebbe contenere pesticidi e altre sostanze contaminanti e potenzialmente cancerogene. Eliminare i formaggi dalla propria alimentazione può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare alcuni specifici tipi di tumore. I grassi potrebbero portare il cancro al seno.

Chi smette di mangiare formaggi contrasta le allergie? I formaggi stimolano la produzione di muco che è il nemico numero uno delle allergie. Le allergie ai formaggi sono causate in genere da un’intolleranza al lattosio o un’allergia ai latticini. Le persone con allergie ai latticini di solito possono mangiare piccole quantità di prodotti caseari. Un consumo eccessivo di formaggi può scatenare una varietà di sintomi, come dolore addominale, diarrea e flatulenza. Quando una persona ha un’allergia ai formaggi il lattosio va nell’intestino tenue e nel colon. Il lattosio che non viene scomposto dai batteri del colon utilizza l’osmosi per attingere acqua nel colon.