Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Le bucce di carote fanno bene o fanno male? Ecco l'incredibile risposta
Cefalunews

Le bucce di carote fanno bene o fanno male? Ecco l’incredibile risposta

Le bucce di carote fanno bene o fanno male? La buccia delle carote biologiche non va buttata. Sono, infatti, delle ottime alleate della pelle. Le bucce di carote grattugiate, per esempio, si possono usare sul viso dopo l’esposizione solare. Le bucce di carote, infatti, è idratante, levigante e purificante, grazie al betacarotene che l’organismo trasforma in vitamina A. Sbollentate velocemente e con del miele e un cucchiaio di olio extravergine di oliva diventano davvero un’ottima crema idratante. Basta solo lasciarle in posa per una decina di minuti. Non mancano le persone che utilizzano le bucce di carote per preparare il brodo o il dado vegetale. Con le bucce di carote tagliate intere, invece, si creano delle bellissime mangiabili decorazioni per alcune ricette.

Perché vanno mangiate le bucce di carote? Le bucce immediatamente al di sotto della superficie delle carote possiedono funzioni antibatteriche, anti-infiammatorie e fungicide. Ecco perché occorre fare molta attenzione quando vengono pelate le carote. Occorre, quindi, passare il coltello leggermente o non passarlo del tutto. Nella buccia si concentra la maggior parte del betacarotene, il precursore della vitamina A, fondamentale per la rigenerazione cutanea e la vista. Alcuni studi hanno dimostrato che più le carote vengono ammorbidite dalla cottura e più il betacarote è biodisponibile. Il consiglio è di lavare le carote anche se provenienti da colture biologiche, perché le tracce di terriccio o polvere possono essere sempre presenti.

Quali sono i benefici delle carote? Prevengono le malattie cardiache. Alcuni ricercatori hanno scoperto, infatti, che mangiando almeno 200 grammi di carote al giorno per tre settimane i livelli di colesterolo calano di circa l’11%. Consumare, quindi, una buona dose quotidiana di carote è un buon modo per mantenere in salute il cuore. Le carote, inoltre, tengono sotto controllo la pressione arteriosa. Le carote, infatti, sono un’ottima fonte di potassio, un vasodilatatore naturale che aiuta ad aumentare il flusso sanguigno e la circolazione, riducendo il carico di lavoro sul muscolo cardiaco. Le carote, inoltre, sono ricche di cumarina, una sostanza in grado di ridurre l’ipertensione.

Quali bucce non occorre mai buttare? Anzitutto non bisogna mai buttare le bucce di anguria. Sono ricche di citrullina che può aumentare la libido di uomini e donne. Le bucce dei kiwi, invece, contengono ben tre volte gli antiossidanti della polpa e sono preziose per combattere i batteri responsabili delle intossicazioni alimentari. Le bucce di banane, invece, sono un importante alleato contro la depressione. Sono ricche, infatti, di serotonina che aiuta a bilanciare l’umore. La forte presenza di luteina, inoltre, rende le bucce di banane una buona risorsa per proteggere gli occhi dai raggi ultravioletti e prevenire anche il rischio di cataratta.

Come scegliere le carote migliori? Le carote migliori sono quelle in cui la parte interna, quella più dura, ha dimensioni molto ridotte rispetto alla parte esterna. Al momento della scelta, però, non è possibile tagliare le carote per decidere se occorre prenderle. Ecco perché si dovrà fare attenzione ad altre caratteristiche. Un modo per capire se il “cuore” è piccolo è osservare il picciolo sulla sommità. Se è piccolo, anche la parte interna più dura, sarà di dimensioni ridotte. Inoltre occorre stare attenti a che le carote non abbiano muffe e macchie verdi sulla parte superiore. Il colore deve essere molto vivace.