Turisti veneziani sbarcano a Ustica pensando di essere a Lampedusa: sono in quarantena

Una coppia di turisti veneziani approda ad Ustica pensando di essere a Lampedusa. Fermati e multati. Sequestrata l’imbarcazione. La storia è raccontata dal Giornale di Sicilia. I due avevano deciso di fare un viaggio in barca a vela, nonostante i divieti delle norme per contrastare il coronavirus. L’arrivo della barca nella banchina del porto di Ustica ha creato allarme. Sono intervenuti i carabinieri e i marinai della guardia costiera. I due avrebbero raccontato di essere partiti in barca lo scorso gennaio verso il Sud senza una meta precisa. A epidemia scoppiata, i due non sarebbero più potuti rientrare al Nord. La versione che hanno fornito i due è tutta da verificare. Ai due è stato imposto l’obbligo della quarantena in una struttura messa a disposizione dalle autorità sanitarie. Saranno sottoposti ai tamponi.

Torna in alto