Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede a chi mangia finocchio crudo tutti i giorni? Ecco la risposta
Cefalunews

Cosa succede a chi mangia finocchio crudo tutti i giorni? Ecco la risposta

Cosa succede a chi mangia finocchio crudo tutti i giorni? Qualche sito internet lo sconsiglia perché il finocchio sarebbe cancerogeno. In realtà bisogna essere precisi. Ad essere cancerogeni per altri siti internet sarebbero alcuni composti contenuti nei semi di finocchio che vengono utilizzati come infusi digestivi o per aumentare la montata lattea. Purtroppo, però, questa informazione non sempre è vera. La teoria che la tisana al finocchio sarebbe cancerogena, infatti, si baserebbe sul fatto che questa contiene estragolo. Se è vero che l’estragolo può essere considerato un cancerogeno è anche vero che, il finocchio, come tutte le piante, contiene anche altri composti anti-cancerogeni. La tisana di finocchio contiene antiossidanti e anticancerogeni 100 volte più dell’estrapolo che viene metabolizzato in percentuali infinitesimali.

Quali sono le proprietà nutrizionali del finocchio? Il finocchio contiene calcio, potassio, vitamina A e vitamina C. Tutte sostanze essenziali per il benessere della persona. Il calcio è il minerale più abbondante nel corpo umano. Il potassio serve a mantenere un corretto equilibrio idro-salino e a regolare la pressione arteriosa. La vitamina A è importante per il corretto funzionamento del sistema visivo ma anche per il funzionamento del sistema immunitario e genitale. La Vitamina C è importante per l’assimilazione del ferro da parte dei globuli rossi. Il finocchio contiene anche i polifenoli. In particolare il finocchio apporta la quercina che è anche un potente antiossidante con spiccate proprietà antitumorali.

Quali sono i benefici del finocchio? Il finocchio contiene acido rosmarinico che protegge e depura il fegato ed è anche un ottimo alleato per quanti hanno problemi epatici. Alcuni studi scientifici hanno evidenziato che il finocchio, infatti, migliora tutti i parametri epatici. Il finocchio possiede anche proprietà diuretiche e ipotensive. Altri studi, infatti, evidenziano che l’estratto di finocchio aumenta l’escrezione di acqua, sodio e potassio,. Il finocchio si può utilizzare anche per promuovere il ciclo mestruale, aumentare la fertilità e la libido. Il finocchio contiene anetolo e per questo è un ottimo stimolatore per la produzione e secrezione di latte materno. Il finocchio svolge attività espettorante.

Il finocchio aiuta a digerire? Consumare il finocchio a fine pasto aiuta la digestione e rinfresca l’alito. In tal senso, per esempio, l’olio essenziale di finocchio regolarizza la motilità della muscolatura liscia del colon, diminuisce la flatulenza e aiuta in presenza di pancia gonfia. Il finocchio è un buon digestivo. Per questo si può preparare una buona tisana al finocchio. Mescolare 1 cucchiaino di semi di finocchio con la stessa quantità di tiglio e rosmarino. Lasciare in infusione in una tazza di acqua bollente per 15 minuti. Filtrare. Si ottiene una tisana drenante e lenitiva che fa digerire dopo un pranzo abbondante.

Il finocchio aiuta a dimagrire? Il finocchio è ricco di acqua e povero di calorie. Il finocchio ha proprietà depurative e favorisce quindi l’eliminazione delle tossine. Grazie alla presenza di fibre, inoltre, il finocchio aumenta il senso di sazietà. Ecco perché il finocchio è un ottimo alleato per chi segue una dieta ipocalorica. Per avere questi benefici occorre sapere scegliere il finocchio al momento dell’acquisto. Bisogna scegliere finocchi lisci e di un bel bianco brillante. Le guaine che formano il finocchio devono essere croccanti e si devo spezzare alla semplice pressione senza cioè piegarsi o essere eccessivamente molli. Il finocchio si conserva in frigo per diverso tempo.