Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Cosa succede buttando 2 litri di acqua calda nel water? Ecco l'incredibile trucchetto
Cefalunews

Cosa succede buttando 2 litri di acqua calda nel water? Ecco l’incredibile trucchetto

Cosa succede buttando 2 litri di acqua calda nel water? Se hai il water otturato scalda 2 litri di acqua. Aspetta che si raffreddi per qualche istante mentre nella tazza del Water versi bicarbonato di sodio e aceto. Utilizza 2 litri di acqua perché una dose ridotta non è efficace e non imprime una forza sufficiente a spingere l’ostruzione. La temperatura dell’acqua non dovrebbe essere più calda di un tè che si può bere senza problemi. Attenzione a non versare acqua bollente perché in questo caso potrebbe anche rompere la ceramica. L’obiettivo di questo trucchetto è di aumentare la temperatura dell’acqua che esercita pressione sul blocco o che vi scorre attorno. Versa l’acqua calda nel Water facendola cadere da un’altezza più elevata rispetto al bordo.

Quanto tempo aspettare perché l’acqua calda liberi il water? A volte tutto si risolve nell’acqua di qualche ora. Quando però il water si è turato in maniera grave allora perché il trucchetto dell’acqua calda funzioni occorre più tempo. In questi casi, quindi, occorre lasciare agire la miscela per una notte. Il mattino successivo, infatti, lo scarico dovrebbe essere libero e funzionante. Questo trucchetto assai incredibile funziona sempre quando l’ostruzione è di natura organica. Ove non dovesse funzionare si può tentare di v versare acqua calda per la seconda volta. Se anche il secondo tentativo non dovesse funzionare allora potrebbe esserci un oggetto duro nello scarico. Cosa fare in questi casi?

Cosa fare quando l’acqua calda non stura il water? Occorre una sonda dell’idraulico o un appendiabiti di metallo. Una volta che ci si è procurata una sonda da idraulico bisogna infilarla nello scarico. Questo strumento è una sorta di bobina flessibile di metallo che può infilarsi nello scarico seguendo le curve dei tubi fino a profondità maggiori rispetto al filo di ferro. Se dovete scegliere il modello di sonda scegliete quello dotato di punta a trivella perché è progettato proprio per liberare il water senza danneggiare o macchiare la porcellana. Questa sonda, per esempio, è proprio quella che in genere usano proprio gli idraulici. Si proceda.

Un altro trucchetto della nonna: l’appendiabiti di metallo. Se non si vuole ricorrere alla sonda dell’idraulico occorre servirsi di un appendiabiti di metallo. In questo caso occorre aprirlo e raddrizzarlo. Bisogna avvolgere una delle due estremità con uno straccio e fissare quest’ultimo con del nastro adesivo telato. Tutto questo per evitare che i bordi taglienti del metallo possano graffiare la ceramica. Questo metodo va bene per ostruzioni che si trovano all’inizio dello scarico. Infilare l’estremità fasciata della gruccia nel water. Spingere e girare ruotando l’appendiabiti con l’intento di liberare lo scarico. Quando si percepisce l’ostruzione si spinge lentamente finché l’acqua non scorre.

Quando usare un disgorgante chimico per liberare il water? Si ricorre al disgorgante chimico quando si è certi che il blocco non sia causato da un oggetto duro. Si ricorre al prodotto chimico solo quando si è certi che a turare tutto non sia un elemento duro. In questi casi si versa la quantità indicata di prodotto nel water e si seguono con scrupolo le istruzioni riportate sulla confezione. Attenzione a tenere il coperchio abbassato per evitare che i fumi tossici riempiano il bagno. Attenzione a non usare mai lo stura lavandini di gomma subito dopo aver versato il disgorgante chimico. Attenzione perché gli schizzi potrebbero cadere sulla pelle. Assicuratevi anche che in bagno circoli l’aria per evitare di inalare i fumi chimici.