Cosa succede a chi beve la birra tutte le mattine? Ecco l’incredibile risposta

Cosa succede a chi beve la birra tutte le mattine? Bere un bicchiere di birra tutte le mattine potrebbe risultare assai interessante. Da uno studio condotto in Olanda dall’Istituto di Nutrizione e Ricerca sul Cibo è emerso che la birra, consumata con moderazione, può portare alcuni benefici riguardo la prevenzione di problemi cardiaci. A Innsbruck ha aperto un ostello che al posto della tradizionale colazione offre una birra. Nel medioevo la colazione si faceva anche con un boccale di birra. La birra possiede indubbiamente molte qualità salutari. In quanto alimento fermentato possiede effetti benefici per il nostro intestino. L’importante è non esagerare. La dose quotidiana da non superare è tra i 300 e i 450 millilitri a seconda del peso e dell’età.

Cosa bere la mattina prima della colazione? La Japan Medical Association dice che bisogna bere acqua a partire dal risveglio mattutino. Appena alzati, infatti, bisognerebbe bere 4 bicchieri d’acqua a stomaco vuoto molto lentamente e con qualche secondo di pausa tra un bicchiere e l’altro. Bevuti i quattro bicchieri d’acqua, quindi, bisognerebbe attendere circa 45 minuti prima di iniziare a fare colazione. Gli esperti del bere acqua alla giapponese, inoltre, consigliano anche di non bere almeno per un paio d’ore dopo avere consumato i pasti della giornata. Chi non riesce a controllare la sete può però bere acqua tiepida. In questo modo, si evita di compromettere l’efficienza dei processi digestivi.

Cosa evitare di bere la mattina a colazione? A colazione si dovrebbe evitare di bere i succhi di frutta industriali. Chi è convinto che sono sani dovrebbe imparare a leggere bene le loro etichette. I succhi di frutta confezionati sono ricchi di zucchero. Consumare un frutto sazia molto di più che berlo sotto forma di succo perché la calorie liquide hanno un potere saziante molto inferiore rispetto agli alimenti solidi che necessitano della masticazione. Uno studio delle Università di Liverpool e di Londra ha dimostrato che il contenuto di zuccheri aggiunti nei succhi di frotta industriali è molto alto e i frullati sono tra i peggiori.

Quali sono i benefici della birra? La birra ricavata dal luppolo è ricca di vitamina B6 che è in grado di prevenire nel corpo umano l’aumento dell’aminoacido «omocistrina» che si ritiene possa provocare un incremento del rischio di attacchi di cuore. Una ricerca olandese ha scoperto che i livelli di omocistrina non aumentano dopo il consumo di birra mentre crescono quando i soggetti assumono vino o superalcolici. La stessa ricerca ha scoperto che in chi vede birra si registra un aumento del 30 % del livello di vitamina B6 nel sangue. I ricercatori sostengono che bevuta con moderazione porta all’aumento del colesterolo buono.

La birra è un anti tumorale? La birra è un anti tumorale e lo dicono autorevoli studi condotti dall’Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro di Genova. Gli studiosi hanno scoperto che il luppolo contiene diversi tipi di flavonoidi che svolgono la funzione di proteggere il corpo da certe forme di cancro. La birra, inoltre, è ricca di xantumolo che inibisce la proliferazione delle cellule tumorali presenti nei carcinomi mammari, ovarici e anche in quelli del colon. Attenzione però perché le birre non sono tutte uguali. Bisogna bere quelle con un alto livello di luppolo che conferisce sì un sapore amaro alla bevanda ma che ha tanti benefici.